Benvenuti nel sito ufficiale dell'AIRSC

 

Visita il profilo AIRSC su Facebook

E' uscito il numero 12 di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 27/07/2016 13:18:31

E' uscito il numero 12 di "Immagine. Note di Storia del Cinema":

* Giaime Alonge: "Paesaggio senza la battaglia. Il cinema di ‘non fiction’ di fronte alla Grande Guerra";

* Stella Dagna e Mauro Giori: "Musica, cinema muto e restauro. Il caso 'Gli ultimi giorni di Pompei' (1913)";

* Micaela Veronesi: "La donna che non c’era, Elvira Giallanella. Esiti di una ricerca fra dati certi, supposizioni e autorappresentazioni";

* Alberto Friedemann: "Vera Film I e Vera Film II";

* Michael Guarneri: "L’attrazione della corsa fantasma. ‘Phantom ride’: dalla novità al 1904";

* Manon Billaut: "La fuite vers Rome d’André Antoine à la fin de la Grande Guerre, ou la découverte d’un nouveau système de production";

* Jessica Cusano: "Il cin cin del malaugurio. La rappresentazione del brindisi nel cinema muto italiano".

Per informazioni e acquisti: info@airscnew.it

Convocazione Assemblea Annuale dell'AIRSC il 29 giugno 2016 a Bologna
scritta in data 01/06/2016 14:52:27

Cara Socia, caro Socio,

quest’oggi ti abbiamo inviato la lettera della convocazione per l'Assemblea annuale dell'AIRSC, che si terrà a Bologna mercoledì 29 giugno 2016, alle ore 14,30, presso la sala “Laboratorio Teatro” del Dipartimento delle Arti, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, che ringraziamo vivamente per l’ospitalità. La sala si trova in piazzetta Pasolini, 5/b (di fianco alle sale dove si svolge il Cinema Ritrovato).

Con la speranza di incontrarti a Bologna in questo importante momento di confronto per la nostra associazione, ti ringrazio per l'attenzione e colgo l’occasione per salutarti molto cordialmente,

Elena Dagrada
Presidente

Roma, 15 aprile: l'AIRSC partecipa a un incontro promosso dal Coordinamento nazionale per gli archivi e le biblioteche
scritta in data 12/04/2016 22:22:37

Si segnala ai soci la partecipazione dell’AIRSC all’incontro “L’emergenza nascosta: archivi, biblioteche e il futuro della ricerca in Italia”, promosso dal Coordinamento nazionale per gli archivi e le biblioteche (Roma, Archivio di Stato di Roma, Sala Alessandrina, 15 aprile 2016).
La presenza dell’AIRSC, con l’intervento della sua presidente, Elena Dagrada, intende portare le istanze degli storici del cinema in rapporto all’accesso, spesso difficoltoso e problematico, alle fonti archivistiche, bibliografiche e soprattutto, nello specifico della propria ricerca, alle fonti audiovisive.
Intende inoltre porre l’accento sulla situazione del patrimonio filmico e audiovisivo nazionale nell’ambito delle politiche attuali di controllo, tutela e valorizzazione dei beni culturali.

Cliccando sul link seguente si rimanda alle premesse e al programma dell'incontro:

Vai al programma dell'incontro - fonte: www.sissco.it (per accedere clicca QUI).

E' uscito il numero 11 di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 10/04/2016 15:51:55

E' uscito il numero 11 di "Immagine. Note di Storia del Cinema", intitolato:

"Sul cinema educativo in Italia: teorie, istituzioni e personalità dalle origini agli anni Cinquanta", a cura di Silvio Alovisio e Paolo Bianchini.

Questo è l'indice:

* Elena Nepoti: Aspetti politici della cinematografia educativa a Bologna. Dalle prime proiezioni alla Giunta Zanardi (1907-1920).

* Deborah Toschi: Il cinema e l’educazione popolare nei progetti della Società Umanitaria (1915-1921).

* Silvio Alovisio: Cinematografo o proiezioni luminose? Immagini fisse e animate nel primo dibattito italiano sulle proiezioni educative.

* Andrea Mariani: “Per la comprensione del buon film”. Sulla germinazione del film culturale e la diffusione della cinematografia educativa in Italia (1926-1934).

* Giovanni Grasso: Il ventennio del cinedidatta: Remo Branca e il cinema scolastico.

* Maria Francesca Piredda: Al servizio della vocazione. Padre Romeo Panciroli e il cinema per ragazzi.

* Dalila Missero: Proiezioni di pubblico. Il cinema itinerante Enal (1962-1963) nelle aree rurali, tra propaganda e rifiuto.

* Marco Antonio D’Arcangeli: Cinema, istruzione ed educazione nella pedagogia italiana del primo Novecento. Un sondaggio: la “Rivista Pedagogica” (1908-1939).

Per informazioni: info@airscnew.it

Lutto
scritta in data 22/02/2016 23:32:31

Cari Soci, Cari Amici,

sabato 20 febbraio è mancato il professor Maurizio Del Ministro, nostro socio e amico.

Nel darvi la triste notizia, esprimiamo il nostro cordoglio ai familiari.

Il Consiglio Direttivo dell'AIRSC - Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema

Call for Paper Immagine 14: Cinema muto e canzone
scritta in data 12/10/2015 09:37:52

Di seguito i testi in italiano e in inglese:

CALL FOR PAPER

"Cinema muto e canzone". Numero monografico di IMMAGINE

N. 14 – uscita prevista: ottobre 2016. A cura di Serena Facci e Elena Mosconi


L’avvento del cinema determina una ristrutturazione complessiva del sistema dei media e delle forme espressive preesistenti. Il numero monografico di “Immagine” intende mettere a fuoco la complessità delle relazioni tra due linguaggi che, benché separati, hanno una comune vocazione “popolare”: quello delle immagini in movimento, che stanno velocemente assumendo precise organizzazioni sintattiche, discorsive, culturali, e quello della canzone, che all’alba del nuovo secolo vive una stagione di slancio propulsivo, facilitata dal rinnovamento degli apparati tecnologici (l’industria del disco, la radio), dei generi e degli stili espressivi, degli artisti (autori e cantanti).

I contributi, della lunghezza di 30.000-40.000 battute (note incluse) dovranno essere inerenti il rapporto tra CINEMA MUTO E CANZONE.
Sono ben accette proposte sia di musicologi che studiosi di cinema (anche a quattro mani), nello spirito di attraversare confini tra le discipline per incrementare la nostra comprensione delle complesse e articolate relazioni tra cinema muto e forme sonore, con particolare riferimento alla canzone.

I topics potranno riguardare (ma non limitarsi a):

- gli apparati tecnologici e l’organizzazione economica dell’industria del cinema e della canzone;
- gli spazi in cui si consumano le relazioni tra cinema e canzone (la sala cinematografica e il suo perimetro: dalla strada, alla sala d’attesa, alla sala cinematografica);
- i protagonisti: i cantanti e i musicisti nei cafè chantant, nei locali e nelle sale cinematografiche;
- i protagonisti e le loro carriere: cantanti–attori e attori–cantanti;
- le canzoni ispirate alle grandi star cinematografiche;
- il paradosso delle canzoni “diegetiche” nei film muti (cantanti e canzoni: canti folk e popolari, cantastorie, serenate, cori e canti in chiesa ecc.);
- i rapporti intermediali: la presenza del cinema nella canzone popolare;
- il cinema napoletano e la canzone;
- i generi delle canzoni per film;
- i generi dei film con canzoni;
- la ricezione delle canzoni cinematografiche e/o dei film con canzoni;
- la canzone filmata;
- le fonoscene.


Le proposte, della lunghezza approssimativa di 250 parole, corredate da 3 riferimenti bibliografici e keywords, nonché da una breve biografia, dovranno essere inviate entro il 28 FEBBRAIO 2016 ai seguenti indirizzi email silentcinemasong@gmail.com


* I saggi potranno essere scritti in italiano, francese e inglese.

* La comunicazione dell’approvazione della proposta verrà inviata entro il 15 MARZO 2016.

* La scadenza per l’invio del saggio è inderogabilmente il 30 LUGLIO 2016. I saggi saranno sottoposti a doppia blind peer review.


***


CALL FOR PAPERS

Silent Cinema and Song

Special Issue of IMMAGINE – Journal of AIRSC (Italian Association for Research in Film History)

N. 14: Autumn 2016. Edited by Serena Facci and Elena Mosconi


Silent cinema and song have much in common. They share a “popular” and “vernacular” vocation. In fact, during the opening three decades of the 20th century, the “moving images” quickly gave shape to a new semantic, syntactic and cultural discursive organization. During this same period, song was promoted by the renewal of technological equipment (i.e. the phonodisk industry, the radio), the renewal of genres and styles, and of artists (authors and singers). The coming of a new genre of entertainment and art-form–such as the cinema at the end of the 19th century–saw spectacle and media-systems restructure and change. The special issue of the journal Immagine will focus on this changed relationship between silent cinema and song .

Contributions of 30,000-40,000 characters (notes included) are sought for this issue of SILENT CINEMA AND SONG.

Both music and film scholars are welcome. We seek to cross interdisciplinary boundaries and expand our understanding of the complex and articulated relationship between silent movie and song. Collaboration between musicologists and film scholars is encouraged.


Topics might include (but are not limited) to the following sub-themes:

- Technological equipment and economic organization of the sound industry and movie industry in the silent era;
- The spaces where the relationship between cinema and song is consumed (i.e. the movie theatre and its perimeter: the street, the waiting room, the movie theatre itself);
- The protagonists: singers and musicians in the café-chantant, music hall, popular theatres and movie theatres;
- The players and their careers: singers-actors and actors-singers;
- Songs inspired by the great film stars;
- The paradox of the “diegetic” song in silent films (the representation of songs and singers, i.e. folk songs and singers, serenades, choir and church songs, etc.).
- The presence of cinema in popular songs;
- Neapolitan cinema and song;
- Song genres in /and silent movies;
- Film genres and song;
- The reception of film songs and / or movies with songs;
- The filmed song;
- The phonoscene.


* Abstracts of 250 words as well as a brief biography (3 lines) should be sent no later than 28 FEBRUARY 2016 to the following email address: silentcinemasong@gmail.com

* Notification of acceptance or refusal will be communicated by 15 MARCH 2016.

* The language of the papers can be Italian, French or English.

• Full texts submission deadline is JULY, 30, 2016. All papers will be submitted to a double blind peer review.

Serena Facci is Associate Professor of Ethnomusicology at the Università di Tor Vergata, Roma; Elena Mosconi is Associate Professor of Film Studies at the Università di Pavia.

L'AIRSC alle Giornate del Cinema Muto 2015 di Pordenone
scritta in data 25/09/2015 11:08:04

Cara amica, caro amico, siamo lieti di informarti che giovedì 8 ottobre presso la Saletta Incontri del Comune di Pordenone - Ex Convento di San Francesco, dalle ore 18, avremo il piacere di presentare al pubblico di "Le Giornate del Cinema Muto" il Numero 10 di "Immagine. Note di Storia del Cinema" e le prossime attività dell’AIRSC.
Ti aspettiamo!

E' uscito il numero 10 di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 09/07/2015 08:26:26

Il numero 10 di "Immagine. Note di Storia del Cinema" è dedicato ai *Travelogues italiani. Paesaggi e itinerari 1905-1930* a cura di Ilaria Agostini e Luca Mazzei, ma non solo.

Questo è il sommario:

* Ilaria Agostini e Luca Mazzei: "Sulle rotte dei travelogues. Primi itinerari italiani dal cinema al paesaggio e viceversa"

* Eugenio De Bernardis e Giovanni Lasi: "Bellezze italiche oltre confine. La vocazione irredentista delle vedute turistiche girate in Trentino prima della Grande Guerra"

* Sila Berruti: "Viaggi di guerra. Primi esperimenti di cinematografia di viaggio durante la conquista italiana dell’Egeo (1912)"

* Giuseppe Fidotta: "Gli scarti, il barone e l’operatore. 'Spedizione Franchetti nella Dancalia'"

* Cecilia Pennacini: "'Viaggio in Congo' (1912). Il safari cinematografico di Guido Piacenza"

***

* Gianluca Della Maggiore: Il “Don Bosco” di Alessandrini tra fascismo e universalismo cristiano

* Aldo Bernardini: "Note sulla nascita e i primi anni dell’AIRSC"

Eletto il nuovo Consiglio direttivo dell'AIRSC (2015-18)
scritta in data 07/07/2015 13:21:29

I consiglieri eletti dall'Assemblea dell'AIRSC riunitasi a Bologna il 2 luglio scorso sono Elena Dagrada, Denis Lotti, Elena Mosconi, Maria Assunta Pimpinelli, Federico Vitella.

Il Consiglio direttivo all'unanimità ha eletto Elena Dagrada alla carica di Presidente dell’AIRSC, Elena Mosconi alla carica di Vicepresidente, Denis Lotti alla carica di Segretario.

Ripristino dell'iscrizione o rinnovo guidati
scritta in data 01/07/2015 11:00:12

Informiamo i soci e gli aspiranti soci che è stato finalmente ripristinato il percorso guidato che porta all’iscrizione o rinnovo della quota annuale via Paypal.
Quota che include l’abbonamento ai numeri 11 e 12 di “Immagine. Note di Storia del Cinema”.

Per iscriverti, vai al percorso guidato (per accedere clicca qui),

E' on-line il numero 2 di "Imm@gine" il supplemento telematico di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 27/06/2015 22:53:51

E' on-line il secondo numero di "Imm@gine" il supplemento telematico di Immagine. Note di Storia del Cinema (AIRSC).

Questo il sommario:
*[Sc@ffale] Ettore M. Margadonna,
“Il cinema negli anni Trenta”, a cura di Fabio Andreazza
di Eugenio De Bernardis

*[Sc@ffale] “Locating the Moving Image. New Approaches to Film
and Place” a cura di Julia Hallam e Les Roberts
di Massimiliano Gaudiosi

*[Sc@ffale] Gian Piero Brunetta, “Il ruggito del leone”
di Raffaele De Berti

*[Sc@ffale DVD] Marcel Carné “Les Enfants du Paradis” [“Amanti
perduti”]
di Matteo Pollone

*[Report@ge] Nyon #1: Oltre il reale – Visions du réel, festival del
documentario
di Mattia Lento

*[Sc@ffale] Cristina Jandelli, “I Protagonisti”
di Cristina Colet

*[Report@ge] 9,5 mm a prova di fuoco – Festival sul formato ridotto
di Alice Rispoli

*[Sc@ffale] Stefania Carpiceci, “Le ombre cantano e parlano”
di Federico Striuli

*[Sc@ffale] Veronica Pravadelli, “Le donne del cinema.
Dive, registe, spettatrici”
Cristina Colet

*[Sc@ffale] Giuseppe Ghigi, “Le ceneri del passato.
Il cinema racconta la Grande guerra”
Federico Striuli

E infine:
Statuto dell'Associazione Italiana per le ricerche di Storia del Cinema (1976)
Per scaricare gratuitamente "Imm@gine" in PDF clicca qui:

Imm@ne n. 2 (per accedervi clicca qui),

Grazie per l'attenzione e a presto!
AIRSC - Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema

Iscrizione 2015 con Paypal
scritta in data 26/06/2015 14:16:42

Cari Soci, cari Amici,

in attesa di ripristinare il percorso guidato per l'iscrizione, potete versare la quota per il 2015 utilizzando il nostro conto ospitato sul sito www.paypal.com (per accedervi clicca qui), indirizzandolo a: immagine.airsc@gmail.com.
L'attivazione di un conto Pay Pal è un'operazione di pochi minuti e non ha alcun costo.

Ricordiamo che quote rimangono invariate e sono nel dettaglio:
€35 socio ordinario
€25 socio studente
€100 (fino a) socio sostenitore

L'iscrizione comprende all'abbonamento ai numeri 11 e 12 di "Immagine. Note di Storia del Cinema", corrispondenti all'annata 2015.

Per dubbi o informazioni scrivere a: info@airscnew.it

Grazie per l'attenzione,

Denis Lotti


Convocazione Assemblea Annuale dell'AIRSC ed elezioni per il rinnovo delle cariche
scritta in data 22/06/2015 17:15:40

Diamo conto della lettera inviata ai soci dal presidente ad interim.


Roma, 21 giugno 2015


Oggetto: Convocazione Assemblea annuale soci AIRSC


Cara Socia, caro Socio,

l'Assemblea annuale dell'AIRSC si riunirà a Bologna il 2 luglio 2015, presso la Sala “Cervi” della Cineteca di Bologna (via Riva Reno, 72), in prima convocazione: ore 14; in seconda convocazione: ore 15.

Ordine del giorno:
1) Relazione del Presidente. L’AIRSC dopo il Cinquantenario: bilancio e rinnovamento.
2) Approvazione del verbale dell'Assemblea annuale del 2014.
3) Approvazione del Bilancio 2014.
4) Elezione del Consiglio direttivo (cinque membri), del Collegio dei Revisori dei conti (tre membri), del Collegio dei Probiviri (tre membri).
5) Varie.

Si ricorda che all'Assemblea possono partecipare solo i Soci che sono in regola con il versamento delle quote d'iscrizione. I nuovi Soci o i Soci che intendono rinnovare la loro adesione per il 2015 possono iscriversi il giorno stesso dell'Assemblea, presso la Segreteria approntata all'ingresso della sala-riunione, o nelle immediate vicinanze delle stessa, a partire dalle 14.
Le quote associative AIRSC per il 2015 rimangono invariate rispetto agli anni precedenti, ovvero:
€35 socio ordinario
€25 socio studente
€100 (fino a) socio sostenitore

Delega al voto
Il socio regolarmente iscritto ma impossibilitato a partecipare all’Assemblea può delegare un rappresentante, socio anch’egli in regola. Troverete il modulo e le istruzioni per la delega in un file allegato a parte.

Raccomandazioni
Dato che la sede dell’Assemblea è a nostra disposizione fino alle ore 17, abbiamo solo due ore di tempo: si raccomanda pertanto la puntualità.

Come da Odg, è previsto il rinnovo delle cariche sociali dell'Associazione (Direttivo, Revisori dei conti, Probiviri). In vista dell'elezione, si raccomanda ciascun Socio interessato di avanzare la propria candidatura PRECISANDO LA CARICA PER LA QUALE INTENDE CANDIDARSI entro e non oltre il 26 GIUGNO, in modo da poterla convenientemente comunicare ai Soci prima dell'Assemblea. Le candidature vanno segnalate all’indirizzo segreteria@airscnew.it

Statuto dell’AIRSC
Lo Statuto è pubblicato sul nostro sito ufficiale, lo puoi leggere o scaricare cliccando il link seguente:
http://airscnew.it/upd/img_558726ed048c3.pdf


Allegati
1. Si allega il modulo per la delega al voto in un file a parte.

Grazie per l’attenzione.

Colgo l’occasione per inviare anche a nome del Direttivo i nostri più Cordiali Saluti

Denis Lotti
Presidente ad interim dell’AIRSC




Lettera ai Soci del 26 maggio 2015
scritta in data 26/05/2015 10:40:47

Cara Socia, caro Socio,

siete gentilmente pregati di segnalarci la eventuale mancata ricezione di numeri arretrati di “Immagine” (fino al n° 9); provvederemo a consegnarvi i fascicoli in occasione dell'Assemblea annuale il 2 luglio a Bologna; e a coloro che non intendono intervenire all'Assemblea, sarà recapitato via posta ordinaria. Vi preghiamo di rispondere di seguito alla presente, per agevolare il lavoro di segreteria, grazie.

Informiamo che la Prof.ssa Roxane Hamery, nostra socia, assieme alla collega Prof.ssa Priska Morissey, hanno donato alla Biblioteca AIRSC con sede ad Arzignano (Vicenza) i seguenti volumi (che sono già catalogati e disponibili per i soci):

Doni di Roxane Hamery :
L.B Danou, Le Cinéma de ma mémoire, en hommage personnel à Germaine Dulac telle que je l'ai connue 1932/1939, LB Danou, 2005.
Antony Fiant, Roxane Hamery (dir.), Le Court métrage français de 1945 à 1968. Documentaire, fiction : allers-retours, Rennes, PUR, 2008.
Antony Fiant, Roxane Hamery Eric Thouvenel (dir.), Agnès Varda, le cinéma et au-delà, Rennes, PUR, 2009.
Roxane Hamery (dir.), La Télévision et les arts, soixante années de production, Rennes, PUR, 2014.
Roxane Hamery, Jean Painlevé, le cinéma au coeur de la vie, Rennes, PUR, 2008.
Georges Sadoul, Les Merveilles du cinéma, son art, ses techniques, son économie, s.l, Editions d'aujourd'hui, 1980 (1957).

Doni di Priska Morissey :
Priska Morissey, Historiens et cinéastes, rencontre de deux écritures, Paris, L'Harmattan, 2004.
Jessie Martin, Décrire le film de cinéma, au départ de l'analyse, Paris, Sorbonne nouvelle, 2011.
Priska Morissey, Céline Ruivo (dir.), "Le Cinéma en couleurs, usages et procédés avant la fin des années 1950", 1895, n°71, hiver 2013.

Anche il Prof. Gian Piero Brunetta, nostro socio, ha aggiunto alle sue generose donazioni precedenti, cinque annate complete di “Variety” (anni Novanta) e oltre a esse, ci fa dono dei testi che seguono (ancora in via di catalogazione, ma presto disponibili):

AAVV, Catalogo della Cinquantesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, La Biennale di Venezia, Venezia 1993.
AAVV, Italiani e francesi di fronte al cinema nazionale, Atti del Convegno, Agis, Roma 1990.
G.P. Brunetta (a cura di), Storia del cinema mondiale. Gli Stati Uniti, Tomo I, Einaudi, Torino 1999.
G.P. Brunetta (a cura di), Storia del cinema mondiale. Gli Stati Uniti, Tomo II, Einaudi, Torino 1999.
G.P. Brunetta (a cura di), Storia del cinema mondiale. L’Europa. Le cinematografie nazionali, Tomo I, Einaudi, Torino 2000.
G.P. Brunetta (a cura di), Storia del cinema mondiale. L’Europa. Le cinematografie nazionali, Tomo II, Einaudi, Torino 2000.
S. Gelsi, Lo schermo dell’architetto, Tre Lune, Mantova 2007.
L. De Giusti (a cura di), Franco Giraldi, lungo viaggio attraverso il cinema, Kaplan, Torino 2006.
G.O. Longo, Il senso e la narrazione, Springer, Milano 2008.
V. Schloendorff e M. Von Trotta, L’onore perduto di Katharina Blum (sceneggiatura desunta), Circolo del Cinema - Casa del Mantegna, Mantova 2000.
P. e V. Taviani, Tu ridi (sceneggiatura desunta), Circolo del Cinema - Casa del Mantegna, Mantova 1999.

Ringrazio tutti e tre i donatori a nome dell’AIRSC.

Per contribuire alla nostra Biblioteca vi preghiamo di inviare i volumi in vostro possesso all’indirizzo:
BIBLIOTECA AIRSC - ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LE RICERCHE DI STORIA DEL CINEMA
c/o BIBLIOTECA CIVICA “GIULIO BEDESCHI”
Vicolo Guglielmo Marconi, 6
36071 ARZIGNANO (VICENZA)

Vi invitiamo di comunicare contestualmente a segreteria@airscnew.it i titoli donati e di scrivere all’interno del libro, qualora vi facesse piacere, “dono di” seguito dal vostro nome e cognome.

Altri contatti della Biblioteca:
tel. 0444-673833 - fax 0444-450377
email: biblioteca@comune.arzignano.vi.it

Per evitare di inviare libri già presenti nella collezione consigliamo di consultare il Catalogo on line del Fondo AIRSC, cliccando sull'opzione "ricerca avanzata": http://opac.zetesisnet.it/zetesis/Home.aspx.
Selezionare dalla tendina a scorrimento "Collocazione"
lasciare "inizia con"
digitare nella stringa a sinistra "AIRSC", lasciando tutti gli altri campi bianchi
Cliccare sul lato destro il pulsante "Cerca”.

Per qualsiasi dubbio o curiosità, rimango a vostra disposizione.

Vi ringrazio per l’attenzione e saluto cordialmente,

Denis Lotti
presidente AIRSC ad interim

Importanti novità riguardanti "Immagine"
scritta in data 21/05/2015 07:50:58

Siamo (molto) lieti di annunciare, che:

*«Immagine» è stata riconosciuta dall’ANVUR rivista di Classe “A”.

*La IV serie di «Immagine» è stata selezionata per lo spoglio del prestigioso database internazionale FIAF. Il partner italiano della catalogazione è il Museo Nazionale del Cinema di Torino, in particolare grazie al lavoro di catalogazione della Bibliomediateca “Mario Gromo”.

*In occasione dell’Assemblea di Bologna sarà presentato ai soci il numero 10 di «Immagine».

Lettera ai Soci del 19 marzo 2015
scritta in data 19/05/2015 14:43:30

Roma, 19 maggio 2015


Gentili Socie, gentili Soci,

inoltriamo di seguito importanti notizie che riguardano la vita dell’Associazione:

1. Nomina del nuovo presidente dell’AIRSC ad interim
2. Data dell’Assemblea annuale dell’Associazione
3. Note riguardo all’iscrizione all’Associazione per l’Anno Sociale 2015

***

1. Il Consiglio direttivo dell’AIRSC ha nominato Denis Lotti nuovo presidente ad interim dell’Associazione. Lotti ricoprirà la carica sino al 2 luglio prossimo, data che coincide con la scadenza del mandato triennale del Direttivo. Riportiamo il Verbale della riunione del 16 maggio u.s.:

«Verbale della riunione del Consiglio direttivo dell’AIRSC del 16 maggio 2015

In data 16 maggio 2015, ha avuto luogo una riunione telematica tra i sottoscritti membri del Consiglio direttivo dell'AIRSC.

Odg: Nomina del Presidente dell'Associazione

Nel corso della sopraddetta riunione, i sottoscritti hanno nominato Presidente dell'AIRSC il Sig. Denis Lotti, il quale ricoprirà la carica fino all'Assemblea annuale, allorché sarà eletto il nuovo Consiglio direttivo.

La deliberazione in parola sarà comunicata ai Soci e ai Probiviri.

Silvio Alovisio
Michele Canosa
Denis Lotti
Luca Mazzei»

***

2. L’Assemblea annuale dell’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema si terrà a Bologna il giorno 2 luglio 2015.
Con l’occasione si darà corso all’elezione del nuovo Consiglio direttivo e dei Probiviri.
Ricordiamo che secondo lo Statuto dell’AIRSC «in Assemblea hanno diritto di voto solo i Soci effettivi […]. Possono intervenire in Assemblea solo i Soci che siano in regola col pagamento delle quote», perciò i soci potranno regolarizzare la quota 2015 a Bologna, anche tramite delega (per maggiori informazioni cfr. il punto 3). «Ogni Socio effettivo potrà farsi rappresentare, mediante delega scritta, da un altro Socio effettivo; che però non potrà raccogliere più di tre deleghe» (Statuto dell’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, Comma 9).
Seguirà la comunicazione della convocazione ufficiale, la quale darà conto dell’orario e del luogo nel quale si terrà l’Assemblea, con allegato il modulo da stampare per la delega firmata da consegnarsi il giorno della riunione.

***

3. Rinnovo della quota per l’Anno Sociale 2015. I soci potranno regolarizzare la quota 2015 a Bologna nel medesimo luogo dove si terrà l’Assemblea, a partire da due ore prima dell’inizio della riunione medesima.
Le iscrizioni via telematica (Sito web: www.airscnew.it), per mezzo di bonifico bancario o postale sono momentaneamente sospese a partire dalla data odierna e saranno ripristinate dopo l’insediamento del nuovo Direttivo e della creazione di un conto corrente intestato all’AIRSC. Sarà cura del prossimo Direttivo comunicare i nuovi dati ai soci per mezzo dei consueti canali informativi (sito ufficiale ed email).
Altresì, rassicuriamo quanti abbiano già aderito all’Associazione per l’anno in corso che l’iscrizione è e rimane valida.


Vi ringraziamo per l’attenzione e cogliamo l’occasione per inviarvi i nostri più cordiali saluti,



Il Consiglio direttivo dell’AIRSC
Silvio Alovisio
Michele Canosa
Denis Lotti
Luca Mazzei

I nn. 1-4 di "Immagine" scaricabili gratuitamente On-Line
scritta in data 17/05/2015 12:11:39

Sulla nostra pagina di "Immagine" ospitata nel social network Academia.edu è possibile scaricare gratuitamente i primi quattro numeri della nostra rivista "Immagine. Note di Storia del Cinema" (IV serie'>Persiani.
Grazie per l'attenzione e buona lettura!

On-line il numero 1 di "Imm@gine"
scritta in data 11/12/2014 11:12:05

A partire da oggi è possibile scaricare in formato PDF il numero Uno di "Imm@gine".

Imm@gine è il notiziario on-line dedicato ai lettori del nostro sito, supplemento telematico a "Immagine. Note di Storia del Cinema", dal 1981 organo ufficiale dell'AIRSC.

Imm@gine, a differenza della rivista cartacea, dà conto delle novità editoriali (in volume, riviste, supporti ottici e telematici) riguardanti la storia del cinema italiano ed estero; saranno segnalate iniziative culturali di ambito cinematografico, convegni, seminari, festival, mostre; un occhio di riguardo sarà, ovviamente, dedicato ai film dispersi, ritrovati, restaurati e restituiti al pubblico.

*Per scaricare gratuitamente Imm@gine n. 1, anno II, 2014 clicca QUI..


E’ nata la Biblioteca dell’AIRSC presso la Civica di Arzignano
scritta in data 10/11/2014 22:19:55

A partire da oggi, su questo sito, in particolare cliccando qui: http://airscnew.it/index?pid=31'>segreteria@airscnew.it i titoli donati e di scrivere all’interno del libro, qualora vi facesse piacere, “dono di” seguito dal vostro nome e cognome.

Altri contatti della Biblioteca:
tel. 0444-673833 - fax 0444-450377
email: biblioteca@comune.arzignano.vi.it

Grazie per l'attenzione e per la collaborazione!
(e diffondete la notizia!)

Petizione a favore del Museo del cinema di Mosca
scritta in data 05/11/2014 10:22:50

Riceviamo dalla Cineteca di Bologna, e volentieri pubblichiamo:

"Cari Amici,

vi inviamo copia tradotta dal russo di un documento che i colleghi del Museo del Cinema di Mosca stanno cercando di diffondere in tutto l'ambiente cinematografico e culturale, a cui aggiungiamo una lettera del nostro direttore Gian Luca Farinelli.

Da quando nel luglio scorso Naum Klejman è stato sostituito da Larissa Solonitsyna nella sua carica di direttore e nominato Presidente (posizione creata appositamente per l'occasione), la situazione al Museo del Cinema di Mosca è andata precipitando fino al triste epilogo che leggerete nell'allegato. Le problematiche erano evidenti ma tutti si sperava che non si arrivasse al definitivo smantellamento di un luogo così prezioso. Il rischio invece ora c'è ed è molto concreto.

Il BFI ha scritto una lettera indirizzata a Medvedev con relativa raccolta firme e dichiarazioni:
http://www.bfi.org.uk/news-opinion/sight-sound-magazine/comment/letter-dmitry-medvedev-concerning-naum-kleiman

Chiediamo a tutti di diffondere il più possibile questo appello per salvaguardare il Musei Kino come patrimonio cinematografico di tutta l'umanità, e di scrivere al BFI per sostenere Naum Kleiman. Abbiamo pochissimo tempo, l'11 novembre ci sarà il responso definitivo.

Potete inviare i vostri commenti e supporto a:
help.cinemamuseum@gmail.com
pr_museikino@mail.ru

***

Bologna, November 4th 2014


Dear Naum,

I've heard what's happening in Moscow and I'm simply stunned.

If one was ever to pick an ideal archive director that would be you; if one was ever to chose, in the world, a true place for the soul and for those who love and care about cinema, its past and future, that would be the Film Museum in Moscow.
By its own DNA cinema is an art form that goes beyond the very idea of nationality. What you did for the preservation, the dissemination and research of cinema was extremely important for a whole international community of cinema lovers. What you did was not only crucial for a better and deeper understanding of Russian culture, but also allowed us to have a better grasp of th world cinema history, and of the human beings who made it.
The threat of your eviction from the Film Museum is a threat to all institutions working to safeguard the memory of cinema.
This is why we are going to share this e-mail to all the artists, archivists, scholars and followers of Il Cinema Ritrovato, so that each of them can send his/her support to the BFI address and do anything possible so that the experience and activity of the Moscow Film Museum can carry on.

With most grateful regards,
Gian Luca Farinelli
Director Cineteca di Bologna"


"C'era una volta l'alta definizione". Roma, Cinema Trevi 6, 7 novembre 2014
scritta in data 19/10/2014 07:09:23

C’ERA UNA VOLTA L’ALTA DEFINIZIONE
Cinema Trevi, Roma
Giovedì 6 e venerdì 7 novembre 2014

Evento organizzato dal Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale insieme all’AIRSC (Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema) ed alla SMPTE (Society of Motion Picture and Television Engineers) – Sezione Italiana.

PROGRAMMA:

*Giovedì 6 novembre ore 16.30
proiezione del film “Il Mistero di Oberwald” (1981, 129'), regia di Michelangelo Antonioni e fotografia di Luciano Tovoli, interpreti Monica Vitti, Franco Branciaroli, Paolo Bonacelli. Ripreso con telecamere Philips LDK5 (PAL 625righe), registrato su nastro videomagnetico, montato con effetti cromatici elettronici, trasferito poi su film a 35mm, è stato il primo tentativo italiano di produrre un film elettronico.

*ore 18.45
proiezione del film “Giulia e Giulia” (1988, 103'), regia di Peter Del
Monte e fotografia di Giuseppe Rotunno, interpreti Kathleen Turner, Gabriel Byrne, Sting, Gabriele Ferzetti. Ripreso a Trieste con
telecamere HDC300 (HiVision 1125righe), registrato con
videoregistratori analogici HDV100, è stato il primo lungometraggio
prodotto con sistema ad alta definizione e trasferito su pellicola 35mm e oggi su DCP (cinema digitale).

*ore 20.20
proiezione del film “Oniricon” (1985, 11') regia di Enzo Tarquini,
interpreti Dalila Di Lazzaro, Luca Barbareschi. Ripreso con telecamere HDC100 (HiVision, 1125righe), registrato con videoregistratori analogici HDV100, è stato il secondo cortometraggio prodotto in alta definizione.

*ore 20.40
incontro moderato da Mario Musumeci con Giuliano Montaldo, Stefano Francia Di Celle, Carlo Montanaro, Enzo Sallustro, Federico Savina, Giancarlo Veronesi, Franco Visintin.

*A seguire proiezione del film “Arlecchino” (1983, 8') regia di Giuliano Montaldo e fotografia di Vittorio Storaro, inteprete Ferruccio Soleri. Ripreso a Venezia con telecamera HD prototipo e registrato con videoregistratore analogico prototipo della Sony, è stato il primo cortometraggio prodotto con sistema ad alta definizione.

*A seguire proiezione del Backstage di “Arlecchino” (1983, 12') di Giuseppe Vannucchi con fotografia di Luigi Vettore. Servizio per il n° 159 del rotocalco televisivo TAM TAM della RAI, girato a Venezia durante le riprese di “Arlecchino” su pellicola 16mm, trasferito poi su DVD.

*A seguire proiezione del film “Aria” (1987, 90’) realizzato da dieci registi (Robert Altman, Bruce Beresford, Bill Bryden, Jean-Luc Godard, Derek Jarman, Franc Roddam, Nicolas Roeg, Ken Russell, Charles Sturridge e Julien Temple) che interpretano altrettanti brani musicali classici (Verdi, Lully, Korngold, Rameau, Wagner, Puccini, Charpentier, Leoncavallo). Secondo lungometraggio prodotto in video ad alta definizione.

***

*Venerdì 7 novembre ore 17.00
“Nirvana" (1996, 115’) regia di Gabriele Salvatores e fotografia di Italo Petriccione. Interpreti Christopher Lambert, Diego Abatantuono, Ste-fania Rocca, Emmanuelle Seigner.
E’ il primo film prodotto in Italia con tecnologie digitali in alta definizione.

Appuntamento con l'AIRSC
scritta in data 10/10/2014 09:27:21

Oggi, 10 ottobre, alle ore 16 - presso la sala attigua all'ex Convento di San Francesco a Pordenone - nell’ambito delle Giornate del Cinema Muto, l’AIRSC presenterà le prossime iniziative editoriali nonché il numero 9 della rivista "Immagine. Note di Storia del Cinema", a cura di Cristina Jandelli ed Elisa Uffreduzzi, recentemente dato alle stampe.
Vi aspettiamo!

Ad Aldo Bernardini e David Robinson la tessera di soci onorari
scritta in data 10/10/2014 09:23:10

Da quest’anno l’AIRSC ha due soci d’eccezione. Infatti, la nostra Associazione ha assegnato la tessera di socio onorario ad Aldo Bernardini (ritratto a destra), massimo esperto di cinema muto tra i fondatori dell'Associazione e primo direttore di "Immagine", e David Robinson, storico britannico e, tra l'altro, direttore delle Giornate del Cinema Muto.

(foto di Valerio Greco)

E' uscito il numero 9 di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 07/10/2014 15:14:44

Ricordiamo il prossimo appuntamento dell'AIRSC in seno alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone che si terrà venerdì 10 ottobre 2014, alle ore 16, nella sala attigua all'ex Convento di San Francesco. Durante l'incontro saranno presentate le prossime iniziative editoriali, nonché il numero 9 della rivista "Immagine. Note di Storia del Cinema", a cura di Cristina Jandelli ed Elisa Uffreduzzi, recentemente dato alle stampe, del quale riportiamo il sommario:

* La danza nel cinema muto a cura di Elisa Uffreduzzi e Cristina Jandelli, p. 7

* Laurent Guido, Tra spettacoli paradossali e dispositivi tecnici: sulle danze (serpentine) nel cinema dei primi anni, p. 13

* Elisa Uffreduzzi, I “balli russi” nel cinema muto italiano, p. 46

* Mariapaola Pierini, La sua propria danza: Alla Nazimova, p. 80

* Massimo Locatelli, Cultura materializzata nel corpo. Anita Berber e Valeska Gert, p. 112

* Francesco Casetti e Luca Mazzei, La modernità controversa. Cinema ed esperienza del moderno in Italia dal 1900 al 1945, p. 144.

La rassegna dei film AIRSC alle Giornate del Cinema Muto #AIRSC50
scritta in data 07/10/2014 13:28:11

Ieri sera, 6 ottobre, Le Giornate del Cinema Muto hanno celebrato il Cinquantesimo dell'AIRSC proiettando alcune pellicole della nostra Collezione ospitata presso la Cineteca Nazionale a Roma.

Hanno presentato la rassegna lo storico del cinema Aldo Bernardini (a destra nella foto), massimo esperto di cinema muto tra i fondatori dell'Associazione e primo direttore di "Immagine", il presidente dell'AIRSC Carlo Montanaro (al centro) e Federico Striuli (a sinistra) che ha curato l'aggiornamento del "Catalogo" dei nostri film, disponibile gratuitamente on-line qui sul nostro sito (http://airscnew.it/cnt/catalogo_AIRSC.pdf).

Grazie a tutti!


I film AIRSC alle Giornate del Cinema Muto #AIRSC50
scritta in data 06/10/2014 07:37:36

Cari Soci, cari Amici,

di seguito vi proponiamo la presentazione della rassegna dedicata alla collezione di pellicole della nostra associazione apparsa nel Catalogo delle Giornate del Cinema Muto, manifestazione che inizierà domani, 4 ottobre, a Pordenone.
I testi e le sinossi dei film sono a cura di Federico Striuli.

L’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema nasce l’8 settembre 1964 da una rinnovata attenzione intorno alla storiografia cinematografica nell’ambito della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, padrino Luigi Chiarini allora
direttore. Tra i soci un’intera generazione di studiosi alcuni dei quali furono i primi in Italia ad insegnare Cinema nelle Università.

Pur potendo contare, negli anni, solo sugli esigui mezzi finanziari provenienti dalle quote associative e dalle sovvenzioni governative, e basando dunque l’essenziale della propria attività sul contributo volontario e gratuito degli studiosi aderenti, l’Associazione può tuttavia vantare d’aver dato, in questi cinquant’anni di vita, un contributo prezioso e qualificato alla definizione di metodi e contenuti della ricerca storica in campo cinematografico e alla piena valorizzazione dell’opera filmica quale bene d’interesse storico e culturale.

Nel quadro della promozione degli studi sul cinema muto, l’AIRSC ha organizzato negli anni rassegne, incontri e convegni, contribuendo alla nascita, nel 1982, delle Giornate del Cinema Muto, il primo e più rigoroso festival internazionale dedicato al cinema delle origini che è stato a lungo diretto da Davide Turconi, padre nobile della storiografia cinematografica italiana. Significativa la produzione di studi e ricerche edite dell’Associazione, con in primis il semestrale Immagine: Note di storia del cinema.
L’attività dell’AIRSC è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale per il Cinema.

La cineteca dell’AIRSC nasce all’inizio degli anni sessanta quando Davide Turconi ebbe modo di visitare a Zurigo la collezione del gesuita svizzero Josef Joye. Un patrimonio costituito da produzioni realizzate tra il 1905 e il 1915 e che, parzialmente già in degrado avanzato, venne salvato realizzando dei controtipi. Delle pellicole più compromesse fu possibile recuperare solo dei fotogrammi. Le copie AIRSC riguardano essenzialmente i film di finzione mentre l’insieme della collezione Joye è stata poi acquisita dal British Film Institute.

Le opere, alle quali nel tempo si sono aggiunti altri titoli, sono ora depositate presso la Cineteca Nazionale di Roma che ha collaborato alla loro inventariazione e verifica.
Per celebrare i 50 anni dell’AIRSC è stato costruito un programma composto da dodici titoli, dieci di provenienza Joye e due (Firulì ha vinto alla lotteria e Kærlighedens Styrke) di diversa origine.
Imprescindibile la collaborazione della Cineteca Nazionale (un grande ringraziamento al conservatore Emiliano Morreale e a Mario Musumeci, Franca Farina e Irela Nuñez) per l’assistenza e il lavoro sulle opere selezionate tra quelle che non figurano nel fondo Joye del British Film Institute.

Federico Striuli

[tratto da Catalogo. Le Giornate del Cinema Muto 33. Pordenone 4-11 ottobre 2014, pp. 19-20]

Di seguito, i crediti dei film della nostra collezione proiettati durante la rassegna:

THE VACUUM CLEANER NIGHTMARE (The Vacuum Cleaner)
(Charles Urban Trading Company – GB 1906)
Joye n. 830, Der Staubsauger [L’aspirapolvere / The Vacuum Cleaner]
Regia/dir: Walter R. Booth; orig. l: 275 ft. (84 m.); DCP (da/from
35mm, 68 m.), 3'20" (trascritto a/transferred at 18 fps);

LE TALISMAN DE LA CONCIERGE (Gaumont – FR 1908)
(DE: Der Zauberwedel)
Joye n. 886, Zauberwedel [Il piumino magico / The Magic Duster]
Regia/dir: ?; orig. l: 107 m.; DCP (da/from 35mm, 89 m.), 4'13"
(trascritto a/transferred at 18 fps);

TOTO S’AMUSE (Pathé – FR 1907)
(DE: Fritzchen amüsiert sich; US: Tommy at Play)
Joye n. 840, Fritzchen amüsiert sich / Fritz amüsiert sich [Fritz si
diverte / Fritz Has Fun]
Regia/dir: ?; data uscita/rel: 15.2.1907; orig. l: 75 m.; DCP (da/from
35mm, 67 m.), 3'20" (trascritto a/transferred at 18 fps);

L’ENCRIER PERFECTIONNÉ (Pathé – FR 1910)
(US: New-Style Inkwell)
Joye n. 894, Das Patenttintenfass [Il calamaio brevettato / The
Patented Inkwell]
Regia/dir., scen: Camille de Morlhon; orig. l: 95 m.; 35mm, 85 m., 4'11"
(18 fps);

UNE MAISON EN RÉPARATIONS (Pathé – FR 1909)
(US: Repairing the House)
Joye n. 888, Das renovierte Haus [La casa ristrutturata / The
Renovated House]
Regia/dir: Louis Z. Rollini?; data uscita/rel: 26.11.1909; orig. l: 130 m.;
35mm, 102 m., 4'56" (18 fps);

TANDPINENS KVALER (Tandpine) [Un doloroso mal di denti / The
Painful Toothache] (Nordisk – DK 1906)
Joye n. 852 / X 124, Ohne Zahnarzt gehts auch [Si può fare a meno del
dentista / Without a Dentist It Works Too]
Regia/dir: Viggo Larsen?; f./ph: Axel Graatkjær (Sørensen)?; data uscita/
rel: 31.10.1906; orig. l: 120 m.; 35mm, 103 m., 5'10" (18 fps);

WILLIE WISE AND HIS MOTOR BOAT (Edison – US 1911)
(DE: Der unerfahrener Motorbootführer)
Joye n. 993, (Der) Unerfahrener Motorbootführer [Pilota di barca a
motore inesperto / (The) Inexperienced Motor Boat Driver]
Regia/dir: Ashley Miller; cast: William Wadsworth (Willie Wise),
Darwin Karr (il rivale di Willie/Willie’s rival), Ethel Browning (la
ragazza di Willie/Willie’s girl); data uscita/rel: 11.11.1911; orig. l: 198
m.; incompleto/incomplete, 35mm, 152 m., 7'10" (18 fps);

UN ATLETA DI NUOVO GENERE (Atleta di nuovo tipo)
(Cines – IT 1909)
(DE: Ein Athlet neuer Art / Ein neuer Athlet; US: A New Kind of
Athlete; FR: Un athlète de nouveau genre)
Joye n. 892, Athlet neuer Art [Atleta di nuovo tipo / Athlete of a New
Kind]
Regia/dir: ?; cast: Giuseppe Gambardella (l’uomo grasso/the fat man);
orig. l: 83 m.; 35mm, 73 m., 3'32" (18 fps);

FIRULÌ HA VINTO ALLA LOTTERIA (Firulì ha guadagnato la lotteria
/ Firulì ha vinto al lotto) (Ambrosio – IT 1911)
(GB: Tiny Tom’s Lottery Prize; FR: Firoulot a gagné à la loterie; DE:
Peppi hat in der Lotterie gewonen)
Regia/dir: ?; cast: Maria Bay (Firulì), Filippo Costamagna?, Gigetta
Morano?; orig. l: 120 m.; 35mm, 70 m., 3'28" (18 fps);

IL CANE DI SAN BERNARDO (I cani del San Bernardo)
(Carlo Rossi & C. / Itala – IT 1907)
(DE, titolo di testa/main title on print: Die bernhardiner Hunde)
Joye n. 166, Bernardiners Hunde / Bernhardinerhunde / Saint Bernards
Hunde [I cani del San Bernardo / St. Bernard Dogs]
Regia/dir: ?; orig. l: 240 m.; 35mm, 189 m., 9'10" (18 fps);

NAPO TORRIANO (Napo Torriani) (Milano Films – IT 1910)
(FR: Napo Torriano, le prisonnier du château Baradello)
Joye n. 124, Napo Toriano / Napo Toriani
Regia/dir: Giuseppe De Liguoro; scen: conte Pier Gaetano
Venino; cast: Giuseppe De Liguoro (Napo Torriano), membri
dell’aristocrazia milanese/members of the aristocracy of Milan; data
uscita/rel: 6.1911; orig. l: 250 m.; 35mm, 186 m., 8'58" (18 fps);

KÆRLIGHEDENS STYRKE (Kærlighedens Magt / Gennem de Mange
til En) (Nordisk – DK 1911)
(IT: La forza dell’amore; US: The Power of Love)
Regia/dir: August Blom; scen: Alfred Kjerulf; f./ph: Axel Graatkjær
(Sørensen); cast: Axel Strøm (il direttore/director Saxild), Carlo
Wieth (Gunnar, suo figlio/his son), Clara Wieth Pontoppidan (Tove,
impiegata nell’ufficio di Saxild/employee in Saxild’s office), Otto
Lagoni, Ella La Cour, Zanny Petersen, Svend Bille, Frederik Buch,
Julie Henriksen, Carl Lauritzen, Ella Sprange, Aage Lorentzen, Lauritz
Olsen; data uscita/rel: 13.11.1911; orig. l: 757 m.; 35mm, 633 m.,
31' (18 fps).

Grazie per l'attenzione e... buona visione!

Cordialmente,

Carlo Montanaro
Presidente AIRSC

L'AIRSC alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone
scritta in data 22/09/2014 17:38:25

Cari Soci, cari Amici,

l'AIRSC invita i propri soci e amici alle iniziative celebrative del Cinquantenario dell'Associazione, che si terranno in occasione delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone.

In particolare:
* lunedì 6 ottobre (ore 20.30) presso il Teatro Verdi di Pordenone si potrà assistere a un programma di film della Collezione Joye di proprietà dell'Associazione, in collaborazione con la Cineteca Nazionale, che li conserva.
* venerdì 10, alle ore 16, nella sala attigua all'ex Convento di San Francesco, saranno presentate le prossime iniziative editoriali, nonché il numero 9 della rivista "Immagine. Note di Storia del Cinema", a cura di Cristina Jandelli ed Elisa Uffreduzzi, recentemente dato alle stampe, del quale riportiamo il sommario:

* La danza nel cinema muto a cura di Elisa Uffreduzzi e Cristina Jandelli, p. 7

* Laurent Guido, Tra spettacoli paradossali e dispositivi tecnici: sulle danze (serpentine) nel cinema dei primi anni, p. 13

* Elisa Uffreduzzi, I “balli russi” nel cinema muto italiano, p. 46

* Mariapaola Pierini, La sua propria danza: Alla Nazimova, p. 80

* Massimo Locatelli, Cultura materializzata nel corpo. Anita Berber e Valeska Gert, p. 112

* Francesco Casetti e Luca Mazzei, La modernità controversa. Cinema ed esperienza del moderno in Italia dal 1900 al 1945, p. 144.

Cogliamo l'occasione per inviarvi i nostri più cordiali saluti.

Per l'AIRSC, il presidente
Carlo Montanaro

La lettera del Consiglio Direttivo dell'AIRSC in occasione del Cinquantenario
scritta in data 08/09/2014 08:54:18

Care Amiche e cari Amici,

l'8 settembre 1964 nasceva a Venezia l'Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, per celebrare l'anniversario il 5 settembre scorso, durante la Mostra del Cinema, è stato proiettato al Lido il restauro di "Arlecchino" (regia di Giuliano Montaldo, Italia 1983), esperimento che dava il via al cinema digitale in Italia. L'evento è stato possibile grazie all'interessamento dell'AIRSC, della Cineteca Nazionale e della Rai.

Cogliamo l'occasione per avvisare che a breve uscirà, sia in versione cartacea sia ebook (http://www.persianieditore.com/categoria-prodotto/collane/riviste-e-periodici/), il numero 9 di "Immagine. Note di Storia del Cinema", il primo dell'Annata 2014, dedicato alla danza nel cinema muto. Preannunciamo inoltre la stampa di un volume monografico dedicato al cinema della guerra italo-turca.

Oltre a rinnovare l'invito all'iscrizione - che comprende l'abbonamento alla rivista - a quanti non l'avessero ancora fatto (di vitale importanza per l'Associazione), invitiamo altresì a frequentare il nostro sito (www.airscnew.it) oramai un repertorio di repertori, rigorosamente gratuito, utile al lavoro di storici, studenti e appassionati.

Presto daremo notizia della nascita della Biblioteca dell'AIRSC, che ha trovato sede presso la Civica di Arzignano (Vicenza). Per quanto riguarda dettagli e fruizione, rimandiamo a una prossima comunicazione.

Grazie per l'attenzione e buon cinquantesimo anniversario, AIRSC!

A presto!

Cordialmente,

Carlo Montanaro
Presidente

Silvio Alovisio, Michele Canosa, Denis Lotti, Luca Mazzei
Consiglio direttivo

***

AIRSC 1964-2014
scritta in data 08/09/2014 06:11:56

L'8 settembre 1964 nasceva a Venezia l'Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema.
Buon cinquantesimo anniversario, AIRSC!

Il restauro di "Arlecchino" al Lido
scritta in data 06/09/2014 07:09:44

Grande accoglienza, ieri sera, alla Mostra del Cinema, per il restauro di "Arlecchino" (regia di Giuliano Montaldo, Italia 1983), esperimento che dava il via al cinema digitale in Italia.
L'occasione è stata possibile grazie all'interessamento di AIRSC, Cineteca Nazionale e della RAI.

50° AIRSC 1964-2014 #2
scritta in data 20/07/2014 08:51:16

L'8 settembre 1964, nel corso della 25^ Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia - mentre era programmato in concorso "La femme mariée" di Jean Luc Godard (vedi immagine) - presso il Palazzo del Cinema del Lido veniva fondata l'Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema [continua...].

Appello per il Progetto Pittaluga
scritta in data 20/07/2014 08:45:45

Riceviamo e volentieri diffondiamo l'appello del Museo Nazionale del Cinema

IL PROGETTO PITTALUGA del Museo Nazionale del Cinema di Torino


Che cos'è il Progetto Pittaluga?

È un progetto che vuole ricostruire la complessa storia delle attività di Stefano Pittaluga e delle sue società, in particolare della SASP (Società Anonima Stefano Pittaluga), una delle più importanti aziende cinematografiche italiane degli anni Venti e dei primi anni Trenta, attiva in tutti i campi del settore: noleggio, importazione, distribuzione, gestione delle sale e produzione.

Il progetto si basa sul lavoro d’inventariazione e studio del Fondo Pittaluga conservato presso il Museo Nazionale del Cinema di Torino, e sulla parallela ricostituzione del catalogo dei film distribuiti e prodotti dalla società.

Al Progetto hanno già aderito: Cineteca Nazionale, Cineteca di Bologna, Cineteca Italiana, Università di Bologna, Università di Milano, Università di Roma III, Università di Roma La Sapienza, Università di Roma Tor Vergata, Università di Torino, Università di Udine.

Obiettivi

- Creare un network nazionale di ricerca dedicato a Pittaluga e alle sue società, capace di coinvolgere Università, archivi audiovisivi, centri studio, associazioni culturali, singoli studiosi.

- Creare un portale dedicato alla società dove saranno pubblicati studi e contributi di specialisti, bibliografie, il catalogo completo dei film trattati dalla SASP, i database dei materiali archivistici, fotografici e pubblicitari conservati dal Museo Nazionale del Cinema e le riviste Pittaluga della Bibliomediateca “Mario Gromo”. La pubblicazione del sito è prevista per l’autunno 2014.

- Promuovere il censimento e la digitalizzazione delle fonti documentali e bibliografiche legate alla SASP e alle società collegate presenti in Archivi pubblici e privati, Biblioteche ecc.

- Promuovere il restauro di film prodotti e distribuiti da Pittaluga e conservati dalle istituzioni che collaborano al Progetto.

Il Fondo Pittaluga

Il Museo Nazionale del Cinema conserva un ricco fondo di materiali relativo alla SASP: un complesso eterogeneo di fonti che copre il periodo di attività dal 1919 al 1935 e documenta migliaia di film italiani ed esteri esaminati, distribuiti o prodotti dalla Società. Il fondo comprende, in dettaglio, materiali archivistici (fascicoli e documenti d'archivio: soggetti, sceneggiature, elenchi di didascalie, spartiti musicali, visti di censura, contratti, corrispondenza, rassegna stampa, bilanci, statuti, relazioni, corrispondenza, contratti, libri contabili ecc.), fotografie, riviste, materiali pubblicitari.

Il ruolo di studiosi e ricercatori nel progetto

Il progetto offre la possibilità di approfondire ulteriormente lo studio della storia del cinema italiano negli anni Venti e Trenta.
Tra i possibili temi di ricerca:

- Storia industriale e finanziaria dell’ “impero” Pittaluga
- I rapporti di Pittaluga prima con l’Uci e poi con la Cines
- La fine della società e la sorte del suo patrimonio dopo lo scioglimento
- Le versioni multiple prodotte da Pittaluga
- La transizione dal muto al sonoro (film sonori distribuiti in edizione muta o viceversa, modifica degli apparati tecnologici ecc.)
- Le politiche di importazione dei film stranieri distribuiti in Italia
- La progressiva americanizzazione dei listini distributivi
- L’adattamento dei film statunitensi al mercato italiano
- La geografia della distribuzione e dell’esercizio (mappatura delle sale, politiche di programmazione ecc.)
- Esiste uno “stile Pittaluga”?
- Il rapporto tra Pittaluga e Blasetti
- Le politiche intermediali (rapporti con il teatro, la canzone ecc.)

Gli studiosi interessati a lavorare su questi temi possono collaborare al progetto a più livelli.

- Segnalazione di contributi già editi e dedicati a Pittaluga, alle sue società, ai singoli film da lui prodotti o distribuiti, in modo da integrare la bibliografia ragionata in corso di redazione.
- Invio di propri contributi già editi, pubblicabili in versione pre-print o in forma di abstract su una sezione dedicata del sito.
- Segnalazione di fondi e/o documenti legati a Pittaluga, alle sue società, ai singoli film da lui prodotti o distribuiti, presenti presso archivi e collezioni private non ancora censiti nel progetto.
- Proposte di tesi di laurea e/o di dottorato e promozione di progetti di ricerca finanziati sulle attività nazionali e locali delle società Pittaluga.
- Elaborazione di saggi originali, da pubblicare sul sito in una sezione dedicata, in versione definitiva integrale o, nel caso di pubblicazione del saggio in altra sede, in versione pre-print o in forma di abstract.

I fondi archivistici del Museo Nazionale del Cinema sono consultabili previo appuntamento (dott.ssa Carla Ceresa, responsabile dell’Archivio Storico, ceresa@museocinema.it).
Nel caso le ricerche siano finalizzate alla pubblicazione di studi originali, si richiede naturalmente di evidenziare adeguatamente nel testo la provenienza delle fonti consultate e il ruolo di supporto svolto dall’Ente. Si richiede inoltre di inviare la pubblicazione.

Per informazioni e proposte:

Dott.ssa Carla Ceresa, Responsabile Archivio Storico del Museo Nazionale del Cinema di Torino, ceresa@museocinema.it


[Nell'immagine, ritratto di Stefano Pittaluga]

*Per scaricare l'Appello in formato PDF, clicca QUI.


[50°AIRSC 1964-2014] On-line il Bollettino AIRSC del maggio 1975
scritta in data 18/07/2014 09:54:40

Cari Soci, cari Amici,

grazie alla grande gentilezza del nostro socio Alfredo Baldi, apprendiamo, direttamente dalla penna del nostro fondatore Davide Turconi, il "come eravamo" dell'AIRSC in un memoriale intitolato "Storia dell'Associazione".

Infatti, assieme alle fotocopie dei due primi statuti, Baldi ha recentemente depositato nel nascente Archivio dell'Associazione la copia (l'unica sopravvissuta?) di un Bollettino AIRSC ciclostilato datato maggio 1975, contenente il testo che potrete scaricare gratuitamente cliccando sul link seguente.

Grazie anche questa memoria iniziamo degnamente i festeggiamenti per i primi cinquant'anni dell'AIRSC.

Buona lettura!

Il presidente
Carlo Montanaro


*Per scaricare gratuitamente il "Bollettino" AIRSC del maggio 1975, clicca QUI.

E' uscito il numero 8 di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 12/07/2014 07:46:15

E' uscito in questi giorni il numero 8 di "Immagine Note di Storia del Cinema", ecco il sommario:

*Michele Canosa, "Serre calde", p. 7

*Alberto Friedemann, "Case di vetro a Milano", p. 11

*Eugenio De Bernardis, "Il film e la riserva dei diritti d'autore: le prime registrazioni (1911-1912)", p. 85

*Jessica Cusano, "Fame di film. Cibo e generi nel cinema italiano", p. 114

*Mauro Genovese, "Anfore e agnelli, tori e vermouth: il cibo in 'Cabiria' attraverso i documenti dell'Archivio storico del Museo Nazionale del Cinema di Torino", p. 142

* Stefania Parigi, "Un flauto magico nella critica cinematografica. Le recensioni di Elsa Morante", p. 154

168 pp. € 12,90.
Per acquistare On-line il numero 7 di "Immagine", versione cartacea o versione E-BOOK, vai al sito dell'Editore Persiani, cliccando QUI
.

On-line il numero Zero di "Imm@gine"
scritta in data 06/06/2014 10:19:08

Da oggi è possibile scaricare in formato PDF il numero Zero di "Imm@gine".

Imm@gine è il notiziario on-line dedicato ai lettori del nostro sito, supplemento telematico a "Immagine. Note di Storia del Cinema", dal 1981 organo ufficiale dell'AIRSC.

Imm@gine, a differenza della rivista cartacea, dà conto delle novità editoriali (in volume, riviste, supporti ottici e telematici) riguardanti la storia del cinema italiano ed estero; saranno segnalate iniziative culturali di ambito cinematografico, convegni, seminari, festival, mostre; un occhio di riguardo sarà, ovviamente, dedicato ai film dispersi, ritrovati, restaurati e restituiti al pubblico.

*Per scaricare gratuitamente Imm@gine n. 0, anno I, dicembre 2013 clicca QUI..



Nasce la Biblioteca dell'AIRSC presso la Civica di Arzignano (Vicenza)
scritta in data 03/05/2014 20:16:43

[clicca sull'immagine per ingrandire l'articolo apparso su "Il Giornale di Vicenza" il 3 maggio, p. 29]

L'Airsc mette il proprio Fondo librario a disposizione di studenti, studiosi, appassionati e cultori del cinema e della sua storia.

La collezione sarà a breve ospitata presso la Biblioteca Civica "Giulio Bedeschi" di Arzignano (Vicenza) con un catalogo on-line a disposizione degli utenti; il progetto è frutto di un accordo tra le due istituzioni per valorizzare un patrimonio altrimenti inaccessibile al pubblico.

#50anniAIRSC

Articolo pubblicato su "Il Giornale di Vicenza", il 3 maggio 2014, p. 29

Torino, 7 maggio: Giornata di Studi dedicata ad Alberto Friedemann
scritta in data 02/05/2014 06:18:41

[Clicca sull'immagine per ingrandire]

Il 7 maggio, alle ore 15.00, si terrà a Torino presso i locali della Bibliomediateca "Mario Gromo", una giornata di studi dedicata al nostro socio, recentemente scomparso, Alberto Friedemann, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema.

La giornata è intitolata "Il cinema muto italiano - Bilanci e prospettive di ricerca". Per l’occasione si terrà la presentazione del volume "Introduzione al cinema muto italiano" a cura di Silvio Alovisio e Giulia Carluccio (2014) e del numero 8 di "Immagine. Note di Storie del Cinema" (AIRSC 2013).

Il libro e la rivista contengono gli ultimi due contributi pubblicati da Alberto Friedemann.

Intervengono Michele Canosa (Università di Bologna), Carla Ceresa, Claudia Gianetto (MNC), Silvio Alovisio, Giulia Carluccio (Università di Torino), Luca Mazzei (Università Roma Tor Vergata), Carlo Montanaro (presidente AIRSC).

***

Nato a Busto Arsizio nel 1941, Alberto Friedemann si è spento a Torino il 16 febbraio 2014. Docente di storia delle arti visive, Friedemann si è dedicato soprattutto a studi di architettura e di storia del cinema, indagandone gli aspetti relativamente meno indagati, quello tecnologico ed industriale, e pubblicando numerosi lavori in riviste e monografie; fra questi, "Le case di vetro. Stabilimenti cinematografici e teatri di posa a Torino" (2002), "Celluloide e argento. Le società tecniche torinesi" (2003), "I brevetti del cinema muto torinese. 1897-1928" (2005), "Dizionario dei brevetti di cinema e fotografia rilasciati in Italia. 1894-1945" (2006), "Fert. Storia di un nome, di due società e di tre stabilimenti"(2008), "Cines e Cines Seta Artificiale. Appunti per una storia d’impresa, in «Le culture della tecnica»", 2007 / n. 18.
Negli ultimi anni ha lavorato in archivi e biblioteche su testi dimenticati, ricercando gli elementi culturali comuni nella produzione di immagini e i rapporti fra ideazione, strumenti e tecniche.

La famiglia ha deciso di conferire al Museo Nazionale del Cinema la biblioteca personale dello studioso, frutto di anni di lunghe ed esemplari ricerche.

***

Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino esaurimento posti, previo tesseramento gratuito alla Bibliomediateca e presentazione di un documento d’identità.

Risolti i problemi di iscrizione all'AIRSC con Paypal
scritta in data 03/04/2014 10:20:25

Avvisiamo gli amici interessati a versare la quota-abbonamento 2014 dell'AIRSC, che sono stati risolti i problemi di iscrizione con Paypal.
Per iscriversi basta cliccare sul pulsante "REGISTRATI" se nuovi iscritti, o "ACCEDI" se già in possesso di una username e password, collocati in alto a destra della nostra Home Page e segure la procedura guidata.
[Clicca sull’immagine a destra, per ingrandire]

Ricordiamo a quanti non avessero ancora rinnovato la quota-abbonamento per il 2014 di farlo quanto prima per evitare di perdere i numeri 9 e 10 di "Immagine" più il volume 2014 della collana "Biblioteca dell'AIRSC".

E' uscito il numero 7 di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 03/04/2014 07:54:50

E' uscito in questi giorni il numero 7 di "Immagine Note di Storia del Cinema", la rivista ospita nella prima parte un corposo saggio di Gian Piero Brunetta dedicato alla storiografia del cinema muto italiano. La seconda parte è invece dedicata al cinema italiano del Dopoguerra.
Questo numero di "Immagine" è curato da Federico Pierotti e Federico Vitella.

"Immagine" n. 7, sommario:
*"Sette, anzi 8½" a cura di Federico Pierotti e Federico Vitella, p. 7

*Gian Piero Brunetta: "La riscoperta di Atlantide. Tappe di storia della storiografia del cinema muto italiano", p. 9

*Anna Gilardelli: "Lollo vs. Marilyn. La rappresentazione del corpo femminile nel cinema e nelle riviste degli anni Cinquanta", p. 73

*Federico Striuli: "Al fuoco! La tragedia della Minerva Film", p. 103

*Massimiliano Gaudiosi: "La città dei giorni dispari. Napoli nel cinema di Eduardo", p. 130

*Simone Starace: "'Una canzonetta, così alla buona'. Spettacolo e metaspettacolo nel cinema di Mario Costa", p. 148

*Fabrizio Natalini: "Fellini, Flaiano, Pinelli... e gli altri. Considerazione sul finale di 'La dolce vita'", p. 166

*Paolo Grassini: "Intorno al soggetto di '8½'. Note per la ricostruzione della genesi del film, p. 192

212 pp. € 12,90.
Per acquistare On-line il numero 7 di "Immagine", versione cartacea o versione E-BOOK, vai al sito dell'Editore Persiani, cliccando QUI
.

Torino, 6 marzo, presentazione del volume "Lacune binarie"
scritta in data 05/03/2014 08:47:02

Domani sera, 6 marzo, a Torino, presentazione del libro “Lacune binarie. Il restauro dei film e le tecnologie digitali” di Rossella Catanese, Bulzoni, 2013.

“Lacune binarie” è una ricerca sul panorama del restauro cinematografico, tra dimensione analogica e innovazione digitale. Questo libro esplora uno degli aspetti più rilevanti del dibattito contemporaneo nell’ambito dei Film Studies, ovvero il problema della conservazione del materiale cinematografico nella sua duplice istanza estetica e storica, in quanto patrimonio dell’umanità e parte della memoria collettiva.
Intervengono con l’autrice: Stella Dagna (MNC). Modera l’incontro: Marco Grifo (MNC)

Lutto
scritta in data 19/02/2014 12:48:23

Cari Soci, Cari Amici,

Alberto Friedemann è morto: domenica mattina, 16 febbraio 2014, a Torino.
Storico socio dell'AIRSC e redattore di "Immagine", ha spronato fino all'ultimo il recente rilancio dell'Associazione e della sua rivista.
Delle sue eminenti ricerche e dei suoi studi diremo poi.
Era nato a Busto Arsizio il 29 settembre 1941.

I funerali di Alberto Friedemann si terranno giovedì 20, alle ore 12.10, presso il Cimitero Monumentale di Torino (Corso Novara 135).

Il Consiglio Direttivo dell'AIRSC - Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema

Evento: presentazione del volume "Francesco Pasinetti. Illusioni e passioni" a Venezia.
scritta in data 07/02/2014 11:04:53

Il volume edito dall'AIRSC e dall'editore Persiani "Francesco Pasinetti. Illusioni e passioni" sarà presentato a Venezia venerdì 14 febbraio alle ore 18 presso la Libreria Goldoni.

All'incontro parteciperà il curatore e presidente dell'AIRSC Carlo Montanaro e le due autrici Chiara Augliera ("Francesco Pasinetti e il Cineclub di Venezia alla Mostra Internazionale del Cinema") e Luisa Pagnacco ("La grande illusione di un regista per vocazione").

Il volume contiene, oltre al soggetto per il film "Kitti Luna", le illusioni e le passioni del veneziano Francesco Pasinetti (1911-1949). Giovane intellettuale - nipote del pittore Guglielmo Ciardi - innamorato della fotografia e del cinema. Scomparso prematuramente quando era Direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma, Pasinetti ha segnato la cultura negli anni della guerra da autentico protagonista partecipando attivamente a numerose forme di creatività, ma nel contempo anche sperimentando teoria e didattica cinematografiche. Per quanto si ricerchi e si approfondisca, si continuano a scoprire aspetti inediti del suo lavoro. Compresi quelli, e sono più di quanto si possa credere, che circostanziano quanto avrebbe voluto e non è riuscito a fare.

Per saperne di più:
*Liberia Goldoni, Venezia, San Marco, Calle dei Fabbri 4742/43 - tel. 041.5222384.
*Leggi la recensione al libro pubblicata sul sito di "Cinecittà News".
*Per acquistare il volume on-line o la versione E-book vai al sito dell'Editore Persiani.

Abstract bilingui dei saggi pubblicati su "Immagine"
scritta in data 22/01/2014 14:58:44

Da oggi è disponibile sul Social Network 'Academia.edu' l'abstract bilingue del saggio firmato da Maria Assunta Pimpinelli e Marcello Seregni, "«Il cielo in globo di fumo». I film “dal vero” nella guerra italo-turca: il caso Cines", già pubblicato sul n. 4 di «Immagine. Note di Storia del Cinema».



Per saperne di più:
Vai al sito Academia.edu.
Email: redazione@airscnew.it

Imm@gine: nuovo indice dinamico (Wordcloud)
scritta in data 14/01/2014 17:02:01

Da oggi Imm@gine, il nostro notiziario on-line, è dotato di indice dinamico per parole chiave: lo trovate QUI.

1° dicembre 2013: nasce "Imm@gine"
scritta in data 01/12/2013 17:45:55

Con la pubblicazione di un articolo di Aldo Bernardini, che presenta il suo ultimo volume "Cinema muto italiano. Le imprese di produzione", iniziano ufficialmente i lavori del nostro nuovo web magazine dedicato alla storia del cinema.

Imm@gine sarà un notiziario on-line rivolto ai lettori del nostro sito, supplemento a "Immagine. Note di Storia del Cinema", dal 1981 organo ufficiale dell'AIRSC.
Ma, a differenza della rivista cartacea, darà conto delle novità editoriali (in volume, riviste, supporti ottici e telematici) riguardanti la storia del cinema italiano ed estero; saranno segnalate iniziative culturali di ambito cinematografico, convegni, seminari, festival, mostre; un occhio di riguardo sarà, ovviamente, dedicato ai film dispersi, ritrovati, restaurati e restituiti al pubblico.

Potrai seguirla QUI e sulla nostra pagina Facebook.

In vendita On-line "Immagine", anche in versione E-book
scritta in data 29/11/2013 19:39:15

Da oggi è possibile acquistare il numero 5 e il numero 6 di "Immagine. Note di Storia del Cinema", versione cartacea o versione E-BOOK, direttamente dal sito dell'Editore Persiani

Per acquistare On-line il numero 6 di "Immagine" clicca QUI.
Per acquistare On-line il numero 5 di "Immagine" clicca QUI.

Il 1° dicembre è nata Imm@gine notiziario on-line dell'AIRSC
scritta in data 23/11/2013 19:18:18

Imm@gine è il notiziario on-line dedicato ai lettori del nostro sito, supplemento a "Immagine. Note di Storia del Cinema", dal 1981 organo ufficiale dell'AIRSC.

Imm@gine, a differenza della rivista cartacea, darà conto delle novità editoriali (in volume, riviste, supporti ottici e telematici) riguardanti la storia del cinema italiano ed estero; saranno segnalate iniziative culturali di ambito cinematografico, convegni, seminari, festival, mostre; un occhio di riguardo sarà, ovviamente, dedicato ai film dispersi, ritrovati, restaurati e restituiti al pubblico.

Vai a Imm@gine

Chiunque voglia partecipare alla redazione di Imm@gine, o suggerire temi e novità, scriva a segreteria@airscnew.it.


In vendita on-line i libri AIRSC
scritta in data 23/11/2013 19:14:30

Da oggi, cliccando sulla pagina Edizioni AIRSC, si possono acquistare on-line i nostri volumi editi da Persiani, oppure ordinare le edizioni passate scrivendo a info@airscnew.it.

Presentazione del volume di Emilio Ghione edito dall'AIRSC
scritta in data 07/11/2013 22:00:49

Ecco un'immagine della presentazione del volume edito dall'AIRSC: Emilio Ghione, "Scritti sul cinematografo", a cura di Denis Lotti, tenutasi il 6 novembre presso la Casa del Cinema di Venezia. Al termine è stato proiettato il film "L’incubo di Za la Vie" ('Der Traum der Za la Vie', Germania, 1923-24) dello stesso Ghione, nella versione restaurata, gentilmente concessa dalla Cineteca di Bologna, con l’accompagnamento musicale dal vivo di Marco Spano (tromba) e Andrea Valentini (contrabbasso).
L'AIRSC ringrazia il pubblico intervenuto e la Casa del Cinema di Venezia per l'ospitalità.

A Venezia, presentazione del volume dell'AIRSC: Emilio Ghione, Scritti sul cinematografo, a cura di Denis Lotti
scritta in data 05/11/2013 12:42:12

Domani, 6 novembre, alle ore 17 si terrà la presentazione del volume edito dall'AIRSC: Emilio Ghione: "Scritti sul cinematografo", a cura di Denis Lotti, presso la Casa del Cinema di San Stae a Venezia.

Emilio Ghione, attore regista e produttore del cinema muto, assai popolare come Za la Mort in film di grande successo (tra cui il memorabile serial in otto episodi: I Topi Grigi).

Edito dalla Biblioteca dell’AIRSC (Associazione Italiana di Ricerche sulla Storia del Cinema), il libro sarà presentato dal suo curatore Denis Lotti con interventi del direttore della rivista Immagine Michele Canosa e del presidente dell’AIRSC Carlo Montanaro.

Al termine, proiezione del film L’incubo di Za la Vie (Der Traum der Za la Vie, Germania, 1923-24) dello stesso Ghione, nella versione restaurata gentilmente concessa dalla Cineteca di Bologna, che ringraziamo, con l’accompagnamento musicale dal vivo di Marco Spano (tromba) e Andrea Valentini (contrabbasso).
Ingresso gratuito sino ad esaurimento posti.

Prenotazione vivamente consigliata.

Per informazioni:
Casa del Cinema di Venezia c/o Palazzo Mocenigo San Stae 1991
30125 Venezia
Tel. 041.5241320
www.comune.venezia.it/cinema
circuitocinema@comune.venezia.it


Assemblea dell'AIRSC presso le Giornate del Cinema Muto
scritta in data 11/10/2013 08:56:27

Cari Soci, cari Amici,

come ormai di consueto da qualche anno a questa parte, in occasione delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone, l'AIRSC presenta le proprie novità in fatto di pubblicazioni e iniziative.

Per gli speciali della Biblioteca dell'AIRSC presentiamo il volume a cura di Carlo Montanaro: Francesco Pasinetti, "Illusioni e passioni", prefato da Marino Zorzato, contiene i saggi di Chiara Augliera ("Francesco Pasinetti e il Cineclub di Venezia alla Mostra Internazionale del Cinema"), Luisa Pagnacco ("La grande illusione di un regista per vocazione") e il soggetto per il film "Kitti Luna" ovvero "Via dal cinema".

Inoltre, la riedizione del volume del 1907 di Gualtiero Fabbri, "Al Cinematografo", nella versione a cura di Sergio Raffaelli (AIRSC, Roma 1993) un modo per omaggiare la memoria del grande studioso e nostro socio storico, a tre anni dalla scomparsa.

Nella stessa occasione presentiamo il numero 6 della nostra rivista "Immagine. Note di Storia del Cinema", interamente dedicato al cinema e le scienze nel primo Novecento a cura di Silvio Alovisio e Simone Venturini, del quale riportiamo l'indice degli studi per intero:

* Silvio Alovisio, Simone Venturini: "Cinema e scienze nel primo Novecento: discorsi, film, sperimentazioni".

* Adriano Chiò: "Camillo Negro e 'Neuropatologia'".

* Claudia Gianetto, Stella Dagna: "Volti senza maschera. Una nuova edizione dei filmati neuropatologici di Camillo Negro".

* Lorenzo Lorusso, Federico Vanone, Simone Venturini: "L'arrivo e le sue tracce: la collezione Vincenzo Neri".

* Sila Berruti: "'Acciaio parlante tra i muti acciai'. Gli esperimenti italiani di fotografia e di cinematografia scientifico-militare fino alla Grande Guerra".

* Silvio Alovisio: "'Un metallo che sente e che pena'. Cinema e scienza del lavoro nell'Italia del primo Novecento".

* Giuseppe Fidotta: "'Del prezioso ausilio e della sua alta missione'. La microstoria della Filmoteca di Igiene Sociale".

* Sergio Toffetti: "La pestilenza e la guerra: due cavalieri dell'apocalisse nei film di Liberio Pensuti".

* Carlo Montanaro: "'Cinema tra bianche pareti'. I film chirurgici di Pasinetti: una prima nota informativa".

* Massimo Locatelli: "I bimbi di Lewin. Immagini mediali, percezione della realtà, agire sociale".

*Apparato iconografico.

Vi ricordiamo, infine, di rinnovare l'iscrizione all'Anno Sociale 2013 entro il dicembre del corrente anno, ciò vi darà l'opportunità di ricevere i numeri 7 e 8 di Immagine. Note di Storia del Cinema e il volume speciale della collana Biblioteca dell'AIRSC.

Ricordiamo ai soci presenti a Pordenone che l'Assemblea annuale dell'Associazione si terrà OGGI venerdì 11 presso l'ex convento di San Francesco alle ore 16.

Grazie per l'attenzione,

Cordialità
il presidente
Carlo Montanaro
— presso Le Giornate del Cinema Muto.

Assemblea annuale dell'AIRSC
scritta in data 10/09/2013 16:10:56

Cari Soci,

il Direttivo ha deciso di fissare la riunione annuale dell'AIRSC nella tradizionale giornata di venerdì, che quest'anno cade l'11 ottobre, alle ore 16, per venire incontro ad alcune esigenze e richieste, purtroppo sacrificandone altre.

Le nostre pubblicazioni stanno per raggiungere la regolarità annuale, grazie anche al cambio di editore, perciò ricordiamo a tutti i soci che avessero rinnovato l'ultima quota nel periodo che va dalle Giornate del Cinema muto 2012 a il Cinema Ritrovato di quest'anno, che detta quota vale per l'Annata 2012.
Ovvero: i numeri 5 e 6, lo speciale su Pasinetti e la ristampa del volume di Gualtiero Fabbri, "Al cinematografo", nella riedizione a cura di Sergio Raffaelli, che vi saranno recapitati a breve dall'editore.

Perciò, per non perdere continuità nella ricezione della rivista, invitiamo i soci a regolarizzare la quota 2013 entro dicembre di quest'anno, giacché dal gennaio prossimo l'anno sociale combacerà con quello solare.

Per informazioni, suggerimenti o dubbi scrivete a: segreteria@airscnew.it

il presidente,
Carlo Montanaro

Cinema Ritrovato/2 Assemblea dei Soci AIRSC
scritta in data 24/06/2013 10:29:27

Venerdì 5 luglio, ore 10, presso la Sala seminari nella sede Manifattura delle Arti - DARvipem (Università di Bologna), in Piazzetta Pasolini (di fianco alla Biblioteca della Cineteca di Bologna), i soci AIRSC presenti al Cinema Ritrovato si danno appuntamento per discutere di vari questioni (ordinarie, straordinarie, urgenti) relative dell'Associazione. Chi è iscritto può dire la sua.

Iscrizione alla nostra Associazione. In occasione della riunione AIRSC, chi non è iscritto, può iscriversi; chi deve rinnovare l'iscrizione, può provvedere (senza fare la fila in Posta).

Quote associative AIRSC 2012/13

€35 socio ordinario
€25 socio studente
€100 (fino a) socio sostenitore

€20 solo abbonamento a “Immagine"

Il versamento può essere effettuato tramite PayPal
Oppure:
Conto corrente postale 10930303, intestato a Carlo Montanaro.
Conto corrente bancario IBAN IT56L0760102000000010930303, intestato a Carlo Montanaro.

N.B. la quota per il 2012/13 comprende i numeri 5-6 del nostro semestrale “Immagine. Note di Storia del Cinema” (annata 2012) più il numero speciale del 2012.

Cinema Ritrovato/1. Presentazione del volume "Scritti sul cinematografo" di E. Ghione, a cura di Denis Lotti
scritta in data 24/06/2013 09:13:01

L'AIRSC - Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema è presente al Cinema Ritrovato 2013 di Bologna con due nuove pubblicazioni:

* Emilio Ghione, "Scritti sul cinematografo", Edizioni Biblioteca dell'AIRSC, che sarà presentato dal curatore Denis Lotti presso la Biblioteca della Cineteca di Bologna (in piazzetta P.P.P. Pasolini), lunedì 1° luglio, alle ore 18.

* Con l'occasione sarà presentato da Michele Canosa il N° 5 di "Immagine. Note di storia del cinema".

Le pubblicazioni dell'AIRSC saranno presenti alla fiera del libro presso lo stand della Libreria dello Spettacolo allestita presso la Biblioteca della Cineteca di Bologna (in piazzetta P.P. Pasolini) dal 29 giugno al 2 luglio.

Immagine numero 5
scritta in data 05/06/2013 18:05:55

Ricordiamo a chi ancora non l'avesse fatto, di rinnovare la quota d'iscrizione per non perdere i prossimi numeri di "Immagine. Note di Storia del Cinema", in particolare il n. 5, il n. 6 e il monografico su Francesco Pasinetti: il numero 5 uscirà tra qualche giorno. Grazie.

Per informazioni scrivete a: segreteria@airscnew.it

Un ricordo di Gianfranco Casadio
scritta in data 03/06/2013 18:03:27

di Paolo Micalizzi

E’ scomparso all’età di 76 anni, dopo una grave malattia, il socio Gianfranco Casadio. Ci mancherà cosi un’importante figura di storico del cinema a cui si devono, fra gli altri, interessanti volumi sulla Storia del cinema italiano pubblicati dall’editore Longo di Ravenna per il quale curava la Collana Musica, Cinema, Immagine e Teatro.
Una storia della nostra cinematografia che comprende volumi come “Il grigio e il nero. Spettacolo e propaganda nel cinema italiano degli anni Trenta (1941-1943), opere sulla donna del neorealismo popolare negli anni Cinquanta, sui Telefoni bianchi (in collaborazione con Filippo Cristiano ed Ernesto G. Laura), su Opera e cinema, la guerra e il cinema (due volumi). Ma anche su generi cinematografici come il cinema poliziesco, spaghetti-western, peplum e “Gli ultimi avventurieri. Storie di cavalieri, santi e giacobini nel cinema italiano dal 1931 ad oggi (dalle invasioni barbariche a Napoleone)”. Si deve, alle sue ricerche, fra gli altri, anche il volume “Immagini di guerra in Emilia Romagna. I servizi cinematografici del War Office”.
Sono studi preziosi, riferimenti fondamentali per ulteriori ricerche.


Emilio Ghione, Scritti sul Cinematografo, Edizione AIRSC
scritta in data 16/05/2013 22:11:51

"Immagine. Note di Storia del cinema" sarà presente al XXVI Salone Internazionale del Libro (Torino, Lingotto Fiere, 16-20 maggio 2013) presso l'editore Cattedrale (padiglione 2JK09).

Saranno esposti anche i volumi editati dall'AIRSC, in particolare l'ultimo titolo, appena pubblicato: Emilio Ghione, "Scritti sul cinematografo. 'Memorie e Confessioni (15 anni d'Arte Muta)', seguito da 'La parabola del cinema italiano'", a cura di Denis Lotti, Ancona/Roma, Cattedrale/AIRSC (collana 'Biblioteca dell'AIRSC'), 2013, 190 pp.

Redazione di "Immagine"
scritta in data 11/05/2013 15:17:15

Ecco la redazione di "Immagine. Note di Storia del Cinema", dopo la riunione tenutasi a Bologna di recente.

C. B. “Le revenant” undici anni con/senza Carmelo Bene - a Napoli
scritta in data 15/04/2013 14:22:57

Lavori in Corso - XI edizione
anteprima:
C. B. “LE REVENANT” UNDICI ANNI CON/SENZA CARMELO BENE
PAN – Palazzo delle Arti di Napoli
Dal 18 al 20 aprile 2013

[comunicato stampa] A undici anni dalla sua (s)comparsa, l’A.I.R.S.C. – Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, in collaborazione con il Pan Palazzo Arti Napoli - Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo, Quaderni di Cinemasud, periodico di cultura cinematografica ed Effetto Napoli, portale di approfondimento cittadino, rendono omaggio a Carmelo Bene con C. B. “LE REVENANT” - UNDICI ANNI CON/SENZA CARMELO BENE, in programma al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli dal 18 al 20 aprile 2013.

Genio insuperato dell’(anti)scena italiana per più di quarant’anni, demolitore indefesso di tutti gli schemi del teatro borghese come di quello “sperimentale”, assertore convinto del dérèglement di tutti i repertori, classici e moderni, picconatore delle convenzioni del cinema “alimentare”, polemista sopraffino e provocatore (auto)ironico, sublime virtuoso della voce come strumento dell’«essere detto», teorico e pratico della «macchina attoriale», del «teatro senza scena», una vita che è di per sé un «capo d’opera»: Carmelo Bene (1937-2002) è destinato ad avere forse epigoni ma non eredi, e la portata rivoluzionaria della sua opera ad essere compresa pienamente solo a distanza di molti decenni a venire.

Discutono dell’opera del genio salentino, nell’evento curato da Dario Minutolo e Salvatore Iorio, occasione per (ri)vedere alcuni dei tanti tasselli della sua produzione teatral-filmica-televisiva - come il Riccardo III televisivo (1977) o In-vulnerabilità di Achille (1997), considerato il testamento artistico di Bene, o perle dell’«anti-cinema» beniano come Capricci (1969) o Un Amleto di meno (1973), passando per gli isterici lampi di genio di Hermitage (1968) o Il canto d’amore di Alfred J. Prufrock (1967), corto sperimentale di Nico D’Alessandria cui il nostro prestò la voce narrante – docenti di discipline dello spettacolo, di semiologia della comunicazione, studiosi, registi, critici cinematografici: oltre ai curatori della rassegna, Alfonso Amendola (Università degli Studi di Salerno), Alberto Castellano (critico cinematografico), Raffaele Di Florio (drammaturgo e regista), Ettore Massarese (Università “Federico II” di Napoli), Dario Migliardi (Università “Federico II” di Napoli), Michele Schiavino (regista). Quest’ultimo presenterà il suo A piena voce (2000), lunga intervista audio a Carmelo Bene registrata a Salerno nel 1980 (con Lucia Di Giovanni) durante una lectura Dantis di solidarietà nelle zone colpite dal sisma del 1980, occasione per conoscere il pensiero dell’artista sul Sud, su Napoli, su Eduardo, sull’arte in generale.

L’evento si svolgerà al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, sito in via dei Mille 60. Tutte le attività in programma sono ad ingresso gratuito.


PROGRAMMA
Giovedì 18 aprile
17:00 Introduzione ai lavori dell’Assessore alla Cultura Antonella Di Nocera
Riccardo III (Italia 1977, 76’) di Carmelo Bene
Introduzione di Dario Minutolo

Venerdì 19 aprile
9:30
Capricci (Italia 1969, 89’) di Carmelo Bene

11:00
Don Giovanni (Italia 1970, b/n, 72’) di Carmelo Bene
Ettore Massarese (Università “Federico II” di Napoli), relazione

16:00
Hermitage (Italia 1968, 25’) di Carmelo Bene
Il canto d’amore di Alfred J. Prufrock (Italia 1967, b/n, 20’) di Nico D’Alessandria. Voce narrante: Carmelo Bene
Un Amleto di meno (Italia 1973, 67’) di Carmelo bene
Introduzione di Dario Minutolo e Salvatore Iorio

18:00
L’invulnerabilità di Achille (Italia 1997, 51’) di Carmelo Bene. Introduzione di Dario Migliardi (Università “Federico II” di Napoli)

Sabato 20 aprile
10:00
A piena voce (Italia 2000, 48’) di Michele Schiavino
A seguire:
Tavola rotonda con: Alfonso Amendola (Università degli Studi di Salerno), Alberto Castellano (critico cinematografico), Raffaele Di Florio (drammaturgo e regista), Salvatore Iorio, Ettore Massarese (Università “Federico II” di Napoli), Michele Schiavino (regista). Modera: Dario Minutolo


Per info:

- Comune di Napoli
- Effetto Napoli
- Quaderni di CinemaSud


Libri/Cinema: Francesco Pasinetti, "Il cinema alla radio 1945-1948"
scritta in data 24/01/2013 19:04:44

Nipote di Guglielmo Ciardi, uno dei grandi della pittura veneta dell'800, Francesco Pasinetti (1911-1949) ha dedicato la breve ma intensa vita alle "nuove" immagini del XX secolo: la fotografia e il cinematografo. La sua laurea (1933), la prima in Italia che sanciva l’artisticità del cinema, sta alla base della Storia dal cinema dalle origini ad oggi la prima trattazione organica apparsa nel nostro paese (1939). Giovanissimo aveva cominciato a collaborare come critico e polemista su quotidiano e riviste, a filmare con il Cineclub prima e il Cineguf poi, opere largamente sperimentali, arrivando, nel 1934, fondata una sua casa di produzione, a girare Il canale degli angeli il suo unico lungometraggio. Perché poi, per quanto ci abbia provato, non è riuscito a realizzare che straordinari cortometraggi. Dal 22 maggio 1945 e almeno fino all’agosto 1948, a poco meno di un mese dalla liberazione di Venezia, inizia un appuntamento radiofonico settimanale (“Cronache del Cinema di Francesco Pasinetti”) dai microfoni di Radio Venezia, segmento del circuito nazionale dell’EIAR dedicato alla provincia di Venezia. Perdute irrimediabilmente le registrazioni d’epoca, questo volume, edito tra gli eventi promossi dal Comitato Regionale per le celebrazioni del centenario della sua nascita, riporta i testi delle “Cronache” ritrovate.

*Francesco Pasinetti, "Il cinema alla radio 1945-1948", a cura di Carlo Montanaro, StudioLT2 Edizioni, Venezia 2013.

"Cinema scritto" disponibile sul nostro sito
scritta in data 17/01/2013 22:33:33

Informiamo i nostri soci e amici che il raro, e ormai introvabile, volume "Cinema scritto. Il catalogo delle riviste italiane 1907-1944" a cura di Riccardo Redi (edizione AIRSC, Roma 1992) è disponibile gratuitamente on-line sul nostro sito, in formato PDF.

Vai a Cinema scritto

Mostra: Pasinetti alla Marciana
scritta in data 16/12/2012 17:32:58

A Venezia, il 20 dicembre alle ore 17.00, presso la Biblioteca Nazionale Marciana, sarà inaugurata la mostra "Francesco Pasinetti, scrivere, raccontare, rappresentare, dalle raccolte della Biblioteca Nazionale Marciana e dell’Archivio Carlo Montanaro".

[Comunicato stampa] Mostra "Francesco Pasinetti: scrivere, raccontare, rappresentare, dalle raccolte della Biblioteca Nazionale Marciana e dell’Archivio Carlo Montanaro"
Venezia, 21 dicembre 2012 – 31 gennaio 2013
Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana

La Biblioteca Nazionale Marciana - in collaborazione con il Comitato regionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Francesco Pasinetti, la Regione del Veneto e l’Archivio Carlo Montanaro (ACM) - dal 21 dicembre 2012 al 31 gennaio 2013 organizza la mostra: “Francesco Pasinetti: scrivere, raccontare, rappresentare, dalle raccolte della Biblioteca Nazionale Marciana e dell’Archivio Carlo Montanaro”.

L’esposizione, curata da Tiziana Plebani e Alberto Prandi con la collaborazione di Sara Zucchi, sarà allestita nelle Sale Monumentali della Biblioteca (Libreria Sansoviniana, inserita nel Percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco, con ingresso dal Museo Correr - Ala Napoleonica) e aprirà nei consueti orari (10 – 17, chiusura della biglietteria un’ora prima).

Di Pasinetti Carlo Montanaro (presidente del Comitato regionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Francesco Pasinetti) scrive: “Faceva le veline anche delle lettere sentimentali, come si è potuto vedere ed ascoltare a fine ottobre al Teatro Goldoni nello spettacolo Raccontare, raccontare Francesco, nel frammento in cui si è evocata la relazione di sapore sentimentale tra lui, maestro, e lei, allieva ma anche Musa ispiratrice: Alida Valli. Ma era un instancabile promotore e comunicatore, Francesco Pasinetti. Promotore nel senso della scrittura essendosi misurato con poesia, drammaturgia, critica, storia (del cinema ma anche di Venezia); comunicatore nel senso della didattica e dei rapporti interpersonali, nella sua funzione di leader riconosciuto dei suoi stessi coetanei che riusciva a coinvolgere negli eventi che hanno caratterizzato la sua multiforme attività: cinema, teatro, di prosa e lirico, giornalismo, pubblicistica, fotografia. E poi quest’attenzione alla storia (la sua Storia del cinema dalle origini a oggi, 1939) e alla memoria (la fondazione della “Cineteca nazionale”), facilmente dimostrabile da quel poco (che comunque è moltissimo!!!) che sopravvive all’incendio della casa veneziana e alla graduale ma ineluttabile dispersione dei materiali della casa romana. Dimostrabile proprio da quanto, a campione, in funzione delle diverse tipologie, si mostra in questa esposizione: copioni, sceneggiature, ritagli di giornale scrupolosamente incollati, lettere, stamponi positivi e negativi fotografici… La mostra, verrebbe da dire, dell’ago di un pagliaio andato distrutto, ma che da solo è più che sufficiente per far intuire quello che non c’è più, a testimoniare un’attività fervida ed indefessa che, ad ogni nuova scoperta tra i materiali superstiti (l’ultima in ordine di tempo: i testi per le Cronache del Cinema, rubrica settimanale dell’appena liberata,1945-1948, Radio Venezia) conferma la meraviglia nel considerare che Francesco Pasinetti ha lasciato questo mondo, improvvisamente, poco prima di compiere il suo trentottesimo compleanno.”

Mercoledì 19 dicembre, alle ore 12, la mostra - che ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il sostegno del Banco San Marco – sarà aperta alla stampa per un’anteprima.

L’inaugurazione è prevista per le ore 17 di giovedì 20 dicembre, con ingresso dal n. 13/a di Piazzetta San Marco, Venezia.

INFO
Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana, ingresso da Piazzetta San Marco n. 13/a 30124 VENEZIA.
Tel. +39 041 2407211
e-mail: biblioteca@marciana.venezia.sbn.it
Biblioteca Nazionale Marciana

Un nuovo volume di Aldo Bernardini
scritta in data 16/12/2012 17:10:31

Cinema muto italiano. Le imprese di produzione. I. Il Centro-Sud
di Aldo Bernardini

[Comunicato stampa] Il cinema – e la storiografia che ne fa il proprio oggetto – coinvolge una serie di aspetti e problemi che interessano, nello stesso tempo, l’economia, la sociologia, l’arte, lo spettacolo, la comunicazione, la tecnica ecc. Sono aspetti interconnessi, al centro dei quali ci sono naturalmente l’opera cinematografica (il film) e le strutture che ne garantiscono e condizionano l’esistenza (da quelle finalizzate alla produzione a quelle che ne assicurano la distribuzione e il consumo attraverso i circuiti dell’esercizio). La storia del cinema è dunque finalizzata alla ricostruzione delle tappe evolutive che hanno caratterizzato ciascuno di questi aspetti, dal periodo delle origini (il decennio a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento) all’epoca del cinema muto (anni Dieci e Venti), a quella del cinema sonoro (che dagli anni Trenta arriva fino ai nostri giorni).
Da quasi quarant’anni Aldo Bernardini ha effettuato ricerche sistematiche sulle fonti d’epoca del cinema muto italiano, elaborando un progetto finalizzato a fornire ai ricercatori e agli storici un quadro informativo per quanto possibile completo e attendibile sugli avvenimenti, sulle persone e sui percorsi che accompagnarono lo sviluppo del fenomeno cinematografico in Italia al tempo del muto.
Quest’ultima tappa del lungo viaggio dell’Autore si articola in vari volumi, che rispecchiano e rispettano le varie localizzazioni geografiche delle iniziative produttive che all’epoca hanno caratterizzato il cinema italiano: a partire dunque da quelle registrate nelle regioni del Centro-Sud (da Roma e Napoli alla Sicilia, alla Toscana), alle quali è dedicato questo primo volume.
Di particolare interesse è l’apparato iconografico assai raro, che raccoglie e propone anche le poche immagini oggi reperibili delle attrezzature utilizzate all’epoca dai nostri pionieri: dai teatri di posa ai laboratori di sviluppo, stampa e coloritura delle pellicole. Prezioso è inoltre l’apparato finale di indici, che registra i nomi dei protagonisti e dei collaboratori che hanno partecipato a quella favolosa stagione del cinema nazionale, richiamando l’attenzione del lettore anche sulle società coeve impegnate, regione per regione, nella distribuzione e nella formazione dei primi circuiti di sale specializzate.

Pasinetti al Torino Film Festival
scritta in data 20/11/2012 13:06:34

Dal comunicato stampa:
PASINETTI AVREBBE CENT’ANNI! Ricoderemo colui che fu il primo critico italiano a considerare il cinema un'arte. Fu anche regista di raffinati documentari per lo più dedicati alla sua Venezia.

Al Torino Film Festival verranno proposti i più recenti restauri: "Città bianca", "Lumiei", "Latte per la città", e "ll canale degli angeli" l'unico lungometraggio di finzione.
Opere che, insieme ad altre quindici (sono tre i corti ormai da ritenere perduti) saranno contenute (diciannove film e cinque extra: concessi dall'Archivio Storico LUCE, Cineteca Italiana e Cineteca Nazionale) nel cofanetto che il Comitato Regionale per il Centenario della nascita ha promosso con LUCE CINECITTA', insieme alla nuova edizione de "LA SCOPERTA DEL CINEMA", il libro con la sua tesi di laurea su cinema come arte, curato da Maurizio Reberschak (con testi di Marco Borghi, Fabrizio Borin, Roberto Ellero, Michele Gottardi, Carlo Montanaro, PM Pasinetti, Leopoldo Pietragnoli e lo stesso Reberschak) e che verrà presentato ufficialmente quel giorno.

Le proiezioni si terranno mercoledì 28 novembre ore 11 del mattino presso la sala Lux 3, nell'ambito del Torino Film Festival.

Info:
Pasinetti al Torino Film Festival
Centenario Pasinetti

E' uscito il numero 4 di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 20/11/2012 12:38:00

Cari Amici,

ecco il sommario:

Michele Canosa,
Come pellicola sopra acque profonde
p. 7

Livio Jacob (a cura di)
Una distesa di sabbie mobili. Conversazione con Davide Turconi
p. 9

Roland Cosandey e jacques Malthete
"Le Voyage dans la Lune", Lobster Films/Georges Méliès, 2011. Una resurrezione d'inizio secolo ovvero l'arte del ciarlatano
p. 25

Maria Assunta Pimpinelli e Marcello Seregni
"Il cielo in globo di fumo". I film 'dal vero' nella guerra italo-turca: il caso Cines
p. 31

Sila Berruti e Sarah Pesenti Campagnoni
Luca Comerio in Libia: documenti non ufficiali di una pagina di storia
p. 69

Denis Lotti
Lampi d'Africa. Origini del cinema coloniale italiano di finzione (1912-1914)
p. 95



MNC - Un sito dedicato ai flm da identificare
scritta in data 20/11/2012 10:17:18

Missing Stars, un sito web dedicato ai film da identificare della collezione del Museo Nazionale del Cinema.

L’archivio film del Museo Nazionale del Cinema di Torino conserva un consistente nucleo di titoli da identificare: frammenti e copie complete, muti e sonori. In molti casi si tratta di film di grande bellezza.

Il sito del Museo ha attivato Missing Stars, uno spazio web per condividere questo patrimonio con esperti e appassionati.

Missing Stars - Museo Nazionale del Cinema

Nel sito ad ogni film è dedicata una scheda di approfondimento che contiene una selezione di immagini, i dati filmo grafici a disposizione, la sinossi o la descrizione, i dati tecnici delle copie, note ed eventuali proposte di identificazione in corso di verifica.

Nello spazio aperto ai commenti sono benvenuti suggerimenti, indizi, suggestioni utili a identificare il titolo. È possibile caricare materiali in proprio possesso che sembrino afferire al film (per esempio foto, documenti, materiali pubblicitari).

Queste immagini potranno così in parte essere riconosciute e identificate. Anche quelle che rimarranno senza nome, tuttavia, avranno l’opportunità di essere restituite allo sguardo e alla memoria, contribuendo a diffondere immagini e suggestioni altrimenti destinate a rimanere sconosciute. Per questo motivo nel sito sono presentate anche le schede di alcuni film amatoriali che non hanno avuto distribuzione e spesso nemmeno titolo, ma che conservano la memoria preziosa di luoghi, eventi e volti.


Un film AIRSC proiettato a Torino il 14 novembre
scritta in data 25/10/2012 09:45:43

Mercoledì 14 novembre, ore 20:30, presso la Bibliomediateca "Mario Gromo" del Museo Nazionale del Cinema di Torino (via Matilde Serao 8/A, Torino), per VOCI DEL SILENZIO, ciclo di appuntamenti con il cinema muto a cura di Brigate Irma Vep, in collaborazione con DAMS – Università di Torino, Istituto dei Sordi di Torino e Fondazione Gualandi, si terrà:

SILENZIO: SI GUARDA! Cinema muto e sordi
Rivisitazione storica di un programma cinematografico delle origini dedicato al pubblico sordo.

Intervengono: Francesca Delliri (Istituto dei Sordi di Torino), Enrico Dolza (Istituto dei Sordi di Torino), Adele Messieri (Fondazione Gualandi), Paola Traversi (Museo Nazionale del Cinema). Introduce: Elena Nepoti (Brigate Irma Vep).

A seguire proiezione dei film:
- "Nozze d'oro", di Luigi Maggi, S. A. Ambrosio, 1911, 23’, col.
- "Cuffie olandesi" (Coiffures et types de Hollande), Pathé, 1910, 4’, col.
- "Rapallo", Cines, 1912, 3’, col.

Si proietterà anche "Tontolini e l'asino" (Cines, 1911, cfr. immagine) parte del Fondo AIRSC - Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, conservato presso la Cineteca Nazionale di Roma.

(Gli organizzatori ringraziano per la collaborazione l'Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, la Cineteca Nazionale di Roma e la Fondazione Cineteca di Bologna.)

L'AIRSC all'Anymation Festival
scritta in data 25/10/2012 09:24:02

E' in arrivo la prima edizione di Anymation, il festival tutto dedicato all'animazione, interamente concepito, organizzato e gestito da Ca' Foscari Cinema (http://cafoscaricinema.unive.it), nell'ambito delle attività culturali dell'Università Ca' Foscari di Venezia con il coordinamento di Roberta Novielli, delegata del rettore Carlo Carraro alle attività cinematograficà dell'università veneziana.

Il festival - che non ha una sezione competitiva - ambisce a fornire una panoramica a 360° sul cinema d'animazione: da quello delle origini, con la retrospettiva su Emile Cohl, in collaborazione con l'AIRSC, passando per Maestri consolidati come Gisaburo Sugii, per arrivare a bellissime realtà come la video arte di Igor Imhoff e gli eccezionali lavori di Simone Massi e di sua moglie Julia Gromskaya. Si proseguirà poi puntando dritti al futuro con le sezioni dedicate ai giovani, siano essi veneziani, italiani o europei, con la presentazione di una ricca selezione di corti provenienti dalla scuola d'animazione danese di The Animation Workshop e dei programmi European Perspective, Venice Wave e Animazione Ca' Foscari.

Carlo Montanaro presenta una retrospettiva dedicata a EMILE COHL uno dei padri del cinema d'animazione con tredici lavori risalenti al periodo nel quale lavorava alla Gaumont, compreso quello che viene considerato il primo film d'animazione della storia, Fantasmagorie.

Anymation Festival si terrà a Venezia, presso l'Auditorium Santa Margherita, dal 29 al 31 ottobre 2012.

Assemblea Annuale AIRSC 2012
scritta in data 13/10/2012 09:23:29

L'Airsc ringrazia quanti hanno partecipato all'Assemblea Annuale, tenutasi l'11 ottobre a Pordenone nell'ambito delle Giornate del Cinema Muto, durante la quale abbiamo eletto il nuovo Direttivo e i revisori dei conti. Organi che rimarranno in carica sino al 2015.

Sollecitiamo, dunque, i soci, che con entusiasmo hanno sostenuto le nostre iniziative editoriali e non solo, a rinnovare la quota di iscrizione per l'Anno Sociale 2012/13.

Le quote per l'Anno Sociale 2012/13 rimangono invariate:
€35 socio ordinario
€25 socio studente
€100 (fino a) socio sostenitore.

L'iscrizione, tra l'altro, comprende tre pubblicazioni, ovvero: i numeri 5 e 6 del nostro semestrale “Immagine. Note di storia del cinema”, più un numero speciale di prossima uscita.

Grazie per l'attenzione, a presto!

(foto: Elena Tubaro)

Elezioni AIRSC: delega e presentazione di "Henri-Joseph Joly, quando lo schermo era quadrato"
scritta in data 28/09/2012 19:09:49

Cari Soci,

riguardo all'Assemblea dei soci e alle elezioni per il rinnovo delle cariche, ricordiamo che sono ammessi al voto tutti gli iscritti in regola con la quota associativa.

Ogni socio può votare anche a nome e per conto di altri tre assenti ma che che gli hanno attribuito la loro delega, presentando una copia cartacea, firmata, il giorno stesso, o inviandola via mail a cura del delegante a segreteria@airscnew.it, entro il 6 ottobre 2012.

L'incontro si svolgerà a Pordenone, giovedì 11 ottobre 2012 alle ore 16.

Com'è noto l'Anno Sociale dell'AIRSC finisce e ricomincia con l'Assemblea Annuale di Pordenone. Nel corso dell'incontro si potrà rinnovare, con le medesime quote, l'iscrizione per l'Anno Sociale 2012 che terminerà nell'ottobre del 2013. Il rinnovo rimarrà sempre possibile negli ulteriori sistemi indicati nel sito (PAYPAL compreso).

Il giorno dell'Assemblea il soci troveranno Speciale di "Immagine. Note di Storia del Cinema":

"Henri-Joseph Joly, quando lo schermo era quadrato. I film a cinque perforazioni della collezione di Antonino Sagarmínaga. 1896-1898"

Volume a cura di Irela Núñez del Pozo, prefazione di Roland Cosandey.

Edizione AIRSC - Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema/Cattedrale.

Dalla IV^ di copertina:

"La nascita del cinema, il suo sviluppo e la sua diffusione tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento somiglia a una corsa a ostacoli: tra intuizioni, non sempre confortate da certezze tecnologiche, e risultati deludenti, tra innovazioni e ricerche di alternative ai brevetti affermati. Diversi sono i collezionisti che hanno salvato e custodito pellicole altrimenti destinate alla distruzione o alla dispersione; tra essi, lo spagnolo Antonino María de Sagarmínaga (Bilbao, 1846-1924). Nella sua raccolta figurano film dei primissimi anni, soprattutto delle maggiori Case francesi (Lumière, Pathé, Gaumont, Méliès), ma anche una ventina di copie dall’aspetto inusitato che hanno conosciuto una vita e una circolazione assai limitata, dato che potevano essere proiettate quasi solo con le apparecchiature realizzate dagli inventori: Henri-Joseph Joly ed Ernest Normandin. Il formato Joly-Normandin adottava una pellicola standard in 35 mm, ma con cinque perforazioni per lato (invece delle usuali quattro) e presentava un fotogramma quadrato (invece che rettangolare): il che cambia i rapporti proporzionali dell’immagine, sfida gli standard più diffusi e ambisce a un’aurea perfezione. Se, certi esemplari di questi film si trovano sparsi in varie cineteche, la raccolta Sagarmínaga custodita presso la Filmoteca española (Madrid) rappresenta invece un autentico corpus - finora non ancora studiato. Di qui, l’originale lavoro di Irela Núñez del Pozo che compone il quadro del periodo in esame, delinea i profili dei diversi protagonisti, quindi analizza i film, rari e preziosi, collezionati da Sagarmínaga.
Un corpus di film e lo sguardo che lo costituisce: come indica Roland Cosandey nella Prefazione, questo merita il nome di ‘collezione’".

Irela Núñez del Pozo. Da venticinque anni opera nel campo della cultura cinematografica, come ricercatrice, giornalista, critica e curatrice di mostre. Dal 2004 lavora alla Cineteca Nazionale di Roma, dove si occupa principalmente di restauro e digitalizzazione di film muti. Ha partecipato ai libri collettivi Da “La presa di Roma” a “Il piccolo garibaldino” (2007) e Non solo dive. Pioniere del cinema italiano (2008). E’ fondatrice in Perú dell'Archivo Peruano de Imagen y Sonido.

Roland Cosandey. Insegna presso la scuola cantonale d'arte di Losanna (ECAL). Membro di DOMITOR, Premio “Jean Mitry” 2006, conduce un'attività parallela di storico del cinema. Tra i suoi ultimi contributi, la collaborazione al primo volume della Filmographie neuchâteloise (2008), e la cura del DVD che accompagna gli atti del Convegno DOMITOR 2008 (Les cinémas périphériques dans la période des premiers temps). Figura tra i curatori di Histoire de cinéma. Territoires, thèmes et travaux (“Revue historique vaudoise”, 2007), e tra gli autori dell'opera collettiva coordinata da P. Vimenet su Emile Cohl (2008). Dal 2010 cura la sezione “Documents de cinéma” nel sito www.cinematheque.ch.


(Nell'immagine: "Le coucher de la mariée" (Eugène Pirou, France, 1896). Collezione Bibliothèque nationale de France)

Nuovo Anno Sociale AIRSC 2012/13
scritta in data 11/09/2012 15:54:38

Cari Amici,

la commissione in seno alla Direzione Generale del Ministero dei Beni Culturali, ha confermato il finanziamento per il 2012.
Vi invito, allora, a partecipare all'Assemblea Annuale dell'AIRSC, tradizionalmente collegata allo svolgimento de LE GIORNATE DEL CINEMA MUTO, presso la Saletta Incontri del Convento di San Francesco in Pordenone, giove dì 11 ottobre 2012 alle ore 16.

L'incontro si svolgerà secondo il seguente Ordine del Giorno:

- relazione del Presidente e relativa discussione;
- votazioni per il rinnovo delle cariche (2012-2015) come da Statuto con l'elezione di un direttivo di cinque membri (che a loro volta identificheranno tra di loro: presidente, vicepresidente, segretario e, possibilmente, l'amministratore) e dei tre componenti il Collegio dei Probiviri;
- sono ammessi al voto tutti gli iscritti in regola con la quota associativa; ogni socio può votare anche a nome e per conto di altri tre assenti
ma che che gli hanno attribuito la loro delega inviandola via mail a segreteria@airscnew.it entro il 6.10.2012;
- varie ed eventuali.

Com'è noto l'Anno Sociale dell'AIRSC finisce e ricomincia con l'Assemblea Annuale di Pordenone. Nel corso dell'incontro si potrà rinnovare, con le medesime quote, l'iscrizione per l'Anno Sociale 2012 che terminerà nell'ottobre del 2013. Il rinnovo rimarrà sempre possibile negli ulteriori sistemi indicati nel sito (PAYPAL compreso).

Mi permetto di ricordare che nell'anno che sta finendo:

- abbiamo ristrutturato il sito www.airscnews.it;
- scansionato e rese disponibili le annate di IMMAGINE - NOTE DI STORIA DEL CINEMA 1981 - 2002, con realtivi indici analitici;
- inserito nel sito il catalogo della Cineteca AIRSC;
- l'AIRSC dialoga su FACEBOOK

Un caro saluto,

per l'AIRSC
il presidente
Carlo Montanaro

Addio a Ermanno Comuzio
scritta in data 03/09/2012 15:58:38

il 24 agosto è mancato Ermanno Comuzio, l'AIRSC, della quale è stato socio e collaboratore, si stringe attorno alla sua famiglia e ne ricorda il prezioso lavoro di storico e di critico cinematografico.

Collaboratore delle riviste "Cineforum" e "Rivista del Cinematografo", Comuzio aveva anche curato diverse voci per Filmlexicon, l'Enciclopedia dello Spettacolo e l'Enciclopedia Italiana Treccani e aveva scritto monografie su George Cukor, Raoul Walsh, King Vidor, Mark Sandrich, Erich von Stroheim.

Negli ultimi anni ha aggiornato il suo dizionario in due tomi intitolato: "Musicisti per lo schermo" (Fondazione Ente dello Spettacolo, 2004).

Su "Immagine. Note di Storia del Cinema" Comuzio ha pubblicato i seguenti saggi, che si possono consultare sul nostro sito web, gratuitamente, in formato PDF (http://airscnew.it/index?pid=26):

IMMAGINE. NOTE DI STORIA DEL CINEMA - PRIMA SERIE

N. 5
BERGAMO 1896: POLEMICHE PRIMA DELL’ARRIVO DEL CINEMA
di Ermanno Comuzio, pp. 17-20

N. 6
PIANOFORTE, ORGANO ORCHESTRA: LA MUSICA DEL MUTO
di Ermanno Comuzio, pp. 15-18

N. 9
STORIE ITALIANE E FRANCESI
di Ermanno Comuzio, pp. 1-3

N. 10
LA PRATICA DEL “CUE-SHEET”
di Ermanno Comuzio, pp. 1-6

***
IMMAGINE. NOTE DI STORIA DEL CINEMA - NUOVA SERIE

N. 2ns
INDUSTRIA E COMMERCIO DELLA “INCIDENTAL FILM MUSIC”
di Ermanno Comuzio, pp. 16-21

N. 6ns
IL PIONIERE DELLE COLONNE SONORE
di Ermanno Comuzio, pp. 13-16

N. 20ns
MUSICA DENTRO E ATTORNO LE PROIEZIONI DEGLI INIZI
di Ermanno Comuzio, pp. 1-5

N. 23ns
PIANISTI ESTEMPORANEI E DI CARRIERA, ORCHESTRINE E ORCHESTRONE
di Ermanno Comuzio, pp. 19-22

NN. 38/39ns
SONO AMMESSE LE CITAZIONI NEGLI ACCOMPAGNAMENTI MUSICALI DEI FILM MUTI?
di Ermanno Comuzio, pp. 40-42

N. 42ns
IL "MANIFESTO" STRAVINSKIANO. MA LA MUSICA PUÓ DIVENTARE CINEMA
di Ermanno Comuzio, pp. 10-11

Assemblea AIRSC 2012
scritta in data 29/08/2012 08:14:56

L’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema ha ripreso le pubblicazioni di
IMMAGINE, NOTE DI STORIA DEL CINEMA diretto da Michele Canosa.

Ha potenziato il suo sito www.airscnew.it con l’inserimento dell’intera collezione di IMMAGINE, NOTE DI STORIA DEL CINEMA della schedatura del Catalogo della CINETECA dell’AIRSC.
Nel sito è possibile conoscere novità e iniziative. Nel sito è possibile iscriversi e versare la quota annuale.

La prossima assemblea dei soci dell’AIRSC avrà luogo a ottobre 2012 nel corso della XXXI edizione delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone.

L’AIRSC è supportata dal MIBAC
L’AIRSC dialoga su FACEBOOK

E' uscito il numero 3 di "Immagine. Note di Storia del Cinema"
scritta in data 29/06/2012 15:15:33


Cari Amici,

è uscito il numero 3 di "Immagine. Note di Storia del Cinema" (che compie trent'anni).

Ecco il sommario:

Millenovecentounidici
p. 5

Sergio Raffaelli
Velina
p. 7

Denis Lotti
La guerra allusa.
L’imperialismo nel cinema di finzione italiano tra propaganda e speranza (1909-12)
p. 9

Sila Berruti e Luca Mazzei
“Il giornale mi lascia freddo”.
I film ‘dal vero’ dalla Libia (1911-12) e il pubblico italiano
p. 51

Giovanni Lasi
Viva Tripoli italiana! Viva l’Italia!
La propaganda bellica nei film a soggetto realizzati in Italia durante il conflitto italo-turco (1911-12)
p.102

Le immagini della guerra, ovvero la guerra immaginata.
Rappresentazione, finzione, propaganda e frode: il dibattito sulle ricostruzioni filmate degli eventi bellici in alcuni articoli apparsi sulla stampa di settore durante il conflitto italo-turco
a cura di Giovanni Lasi
p. 118

Gabriele Perrone
“Le Nozze d’oro” dell’Ambrosio.
Dal concorso cinematografico di Torino del 1911 al restauro del 2011
p. 133

Eugenio De Bernardis
“Adolfo Padovan è il mio nome”.
Profilo biografico di un modesto studioso del fenomeno geniale e direttore artistico
p. 150

Il Catalogo della Cineteca AIRSC è on-line
scritta in data 04/06/2012 15:00:27

Da oggi è disponibile, gratuitamente sul nostro sito, il "Catalogo della Cineteca dell'AIRSC - Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema".

Si tratta di una nuova edizione riveduta e aggiornata a cura di Federico Striuli del volume del 1996, redatto da Vittorio Martinelli e Riccardo Redi.

Il catalogo si può scaricare in formato PDF da Cineteca AIRSC.

La collezione delle nostre pellicole è depositata presso la Cineteca Nazionale di Roma.

Evento musicale e cinematografico
scritta in data 28/05/2012 05:59:10

Segnaliamo tre eventi che vedono protagoniste la neonata Orchestra Geoges Méliès e l'Orchestra Giovanile di Roma, dirette da Morricone, Piersanti e Di Benedetto.
In particolare, il 5 giugno saranno proiettate sei pellicole di Méliès, alla presenza della pronipote del grande autore francese.

Pagine AIRSC su Facebook
scritta in data 23/05/2012 05:27:32

Siamo su Facebook con una pagina dedicata all'AIRSC e un'altra dedicata a "Immagine. Note di Storia del Cinema".

Quote associative AIRSC 2011/12
scritta in data 15/05/2012 15:50:53

€35 socio ordinario
€25 socio studente
€100 (fino a) socio sostenitore
€20 abbonamento a “Immagine"

Il versamento può essere effettuato tramite:
PayPal

Oppure:
Conto corrente postale 10930303, intestato a Carlo Montanaro.
Conto corrente bancario IBAN IT56L0760102000000010930303, intestato a Carlo Montanaro.

N.B. la quota per il 2011/12 prevede 2 numeri di “Immagine” 2011 più un numero speciale di prossima uscita, per il 2012 con la conferma dell’iscrizione usciranno altri 2 numeri con un altro numero speciale.

Il numero 3 di "Immagine"
scritta in data 13/05/2012 17:50:25

Prossimamente uscirà il terzo numero di "Immagine. Note di Storia del Cinema" dedicato ai rapporti tra il cinema e la Guerra italo-turca del 1911-12, in occasione del centenario.
Per saperne di più contattateci all'indirizzo: info@airscnew.it

N.B. Email conferma iscrizione all'AIRSC
scritta in data 10/05/2012 08:51:32

Cari amici, in seguito all'iscrizione al nostro sito, vi invitiamo a cliccare sull'indirizzo web che potete trovare in calce alla email automatica recapitata nella vostra casella di posta elettronica, con l'oggetto: "Conferma iscrizione AIRSC".

Il testo è il seguente:

"Benvenuto nel sito dell’AIRSC e grazie per esserti iscritto. Siamo a
tua disposizione per eventuali chiarimenti e approfondimenti; puoi
utilizzare la sezione contatti per inviarci direttamente un
messaggio.

E se pensi che conoscere o promuovere la conoscenza della storia del
cinema faccia parte dei tuoi interessi, attiva anche la procedura di
pagamento della quota, che dovrai replicare annualmente.

Di seguito i tuoi dati di registrazione:
Nome utente: gino
Parola segreta: ginogino

ATTENZIONE! La tua iscrizione non è subito attiva, dovrai cliccare
sul seguente collegamento, o copiare e incollare lo stesso sulla
barra degli indirizzi del tuo browser, per confermare la sua
immediata attivazione:
http://airscnew.it/index?pid=22&cid=0&act=acl&usr_pid=gino.ccad519025836f

Grazie,
AIRSC"


"Immagine" al Salone del Libro di Torino 2012
scritta in data 10/05/2012 07:07:39

Al Salone Internazionale del Libro di Torino, dal 10 al 14 maggio 2012, sarà presente "Immagine. Note di Storia del Cinema", con il N° 1 e il N° 2, presso l'Editore Cattedrale (Ancona), nel Padiglione 3 della Regione Marche (Q122 R121).


Short Film Festival
scritta in data 23/03/2012 12:48:02

Cari Amici,
dopo la conferenza stampa di ieri oltre alla conferma della notizia è anche stata indicata una data: sia per l' anteprima dei restauri di 4 corti di Pasinetti che per la retrospettiva targata AIRSC (Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema) e dedicata agli albori del cinema d'animazione italiana è stata scelta la serata di giovedì 29 marzo:

8.00 PM Agli albori dell’animazione italiana / The Dawn of Italian Animation
9.00 PM Omaggio a Francesco Pasinetti / Homage to Francesco Pasinetti

Ricordo che all'Auditorium Santa Margherita che ospita l'evento saranno esposte 8 immagini con Pasinetti al lavoro, foto di lavorazione che anticipano la grande mostra fotografica alla quale stiamo lavorando.

Per ulteriori dettagli e notizie sullas econda edizione del festival ecco il link utile:
http://cafoscaricinema.unive.it/content/ca-foscari-short-film-festival-2012
grazie per l'attenzione!!!
Carlo Montanaro

n.b. la prossima settimana arriverà il dettaglio anche dell'altro evento che vede coinvolto Francesco Pasinetti nel ricordo che il Conservatorio di Venezia con il Comune e la Fondazione Teatro La Fenice al Teatro Malibran dal 28 al 31 marzo dedica alla musica di Gian Francesco Malipero.